/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | venerdì 17 febbraio 2017, 17:11

Calcio, Cairese. Scaburri morde il freno: "Pronto a scendere subito in campo, essere qui è una grande opportunità"

Non ha avuto esitazioni la Cairese a intervenire sul mercato dopo l'emergenza che ha improvvisamente colpito l'organico gialloblu.

Tra infortuni e squalifiche mister Podestà affronterà la trasferta di Certosa con la rosa praticamente contata, ma nelle ultime ore a rimpolpare l'organico valbormidese è arrivato Ermes Scaburri. Un fulmine a ciel sereno, ma che ha piacevolmente colpito l'ex punta di Vado e Pietra Ligure.

 

Ermes, l'ultimo nome di un certo "peso" rimasto sul mercato eri tu. La Cairese non ci ha pensato due volte a tesserarti.

"Questo è un bel complimento e al contempo una grande responsabilità. Mi auguro di ripagare fin da subito quella che è stata la fiducia di un club importante e organizzato come la Cairese. Purtroppo non c'è molto tempo per preparare al meglio al trasferta di Certosa, per cui ogni minuto dovrà essere sfruttato al massimo fino a domenica".

 

Il "rischio" che mister Podestà possa buttarti subito nella mischia è tangibile. Tra l'altro sembri, per caratteristiche, calzare a pennello col suo 4-2-3-1.

"Ne abbiamo parlato nei giorni scorsi, non ho infatti alcun problema a ricoprire i diversi ruoli all'interno dell'intero fronte offensivo. Starà all'allenatore decidere se, quando e come impiegarmi. Se ciò dovesse avvenire dal primo minuto farò di tutto per farmi trovare pronto ed aiutare la squadra ad ottenere una vittoria fondamentale nel cammino verso la Promozione".

 

Vincere in queste condizioni, contro il Certosa, rappresenterebbe un segnale importante a voi stessi e all'intero campionato, anche se i genovesi in questo momento possono sembrare il peggior avversario possibile.

"Sarà sicuramente dura, ma dobbiamo moltiplicare gli sforzi e ottenere l'intero bottino. Siamo consapevoli che all'interno del nostro percorso il match di domenica rappresenti un passaggio fondamentale: vincere nonostante le difficoltà accrescerebbe ulteriormente la nostra autostima".

 

Mancano solo nove partite, ma potresti venire ricompensato di tutti i guai che ti hanno accompagnato ad inizio stagione.

"E' stato incredibile: la serie di infortuni che mi ha colpito di fatto non mi ha permesso di esprimere il mio valore al Vado. Se giochi male è giusto assumersi le proprie responsabilità, ma quando non puoi farlo per via di una condizione fisica precaria puoi provare soltanto frustrazione. Ora però si gira pagina e mi auguro che un pizzico di buona sorte in più possa accompagnarmi da domenica fino al termine del campionato".

 

Lorenzo Tortarolo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore