/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | sabato 18 febbraio 2017, 13:20

Calcio, Finale. L'aut-aut di Buttu: "Guai a sottovalutare il Grosseto"

Calcio, Finale. L'aut-aut di Buttu: "Guai a sottovalutare il Grosseto"

Digerita la sconfitta di domenica scorsa sul campo del Ponsacco, che per la prima volta in stagione ha lasciato qualcosa da recriminare al trainer Pietro Buttu, oltre alla squalifica comminata a Youri Vittori, regna la tranquillità in casa Finale. Tranquillità e voglia di ottenere quella vittoria che porterebbe i giallorossoblu a quota 36 punti, sempre più vicini quindi al raggiungimento dell’obbiettivo salvezza diretta. E se la classifica potrebbe lasciare pochi dubbi sul pronostico del match di domani, ore 14.30 al “Borel” di via Brunenghi contro il Grosseto, non è dello stesso avviso il tecnico finalese, che, a fine seduta di rifinitura, predica la solita prudenza e concentrazione che hanno accompagnato i suoi ragazzi finora: “Bisogna lasciare da parte tutte le chiacchiere fatte in settimana, tutti i discorsi usciti fuori come quello sul fatto che non si sarebbero presentati, e tutte queste cose sulla loro situazione. Chi affrontare le difficoltà da tempo poi è anche più abituato a muovercisi dentro, di questo dovremo tenere conto, così come ha fatto la squadra in settimana. Delle loro vicende economiche non voglio parlare, preferisco guardare quello che dice il campo. Ed il campo domenica scorsa, per esempio, ha detto che il Grosseto ha perso con un solo gol di scarto contro un avversario quotato come il Savona. Sottovalutare? E’ un verbo che non esiste nel nostro vocabolario, ci faremo certamente trovare pronti senza abbassare minimamente la guardia, anche perché loro cercheranno in ogni modo da qui alla fine di agganciare la zona play-out per provare a salvarsi”.

Aldilà delle previsioni sullo stato extra-calcistico dell’avversario quindi è un Buttu, come al solito, determinato e carico, rinfrancato pure dal fatto che avrà a disposizione gran parte della rosa. Mancheranno infatti i soli Saba e Vittori, con il primo che sconterà l’ultima giornata di “castigo” impostagli dalla società, ma pronto a tornare a piena disposizione del tecnico domenica prossima, ed il secondo fermato in settimana dal giudice sportivo, dopo l’espulsione di domenica scorsa.

Regna invece l’incertezza sul Grosseto. Squadra che in settimana si è vista negare la possibilità di allenarsi allo “Zecchini”, stadio che evoca bei ricordi al tecnico finalese, ossia quelli della vittoriosa gara d’andata: “Pensando al campo non posso che ricordare la gara dell’andata. Fu partita vera contro un avversario che non versava in queste condizioni. Era una squadra con tutt’altri obbiettivi e noi facemmo una grande partita. Non abbiamo avuto vantaggi da una situazione critica allora e non dovremo pensare di averne neppure domani, per fare la nostra partita”. Situazione che definire critica pare riduttivo, dopo l’assenza nelle giornate di giovedì e di ieri della dirigenza, che ha impedito ai giocatori di accedere all’impianto, e quindi di svolgere l’allenamento. In sostegno della squadra intanto si sono mosse la tifoseria, l’Assocalciatori toscana e l’amministrazione comunale, con l’intento di trovare quanto prima possibile una soluzione a questo delicato momento. Ma aldilà delle incertezze, impegno e professionalità non sono ancora venuti meno da parte dei giocatori maremmani, che oggi si ritroveranno alle 14 presso lo stadio di Grosseto in attesa della partenza. E alla luce di quanto successo in settimana è lecito chiedersi se mai ci sarà una partenza verso la Liguria.

 

Arbitrerà l’incontro del “Borel” il signor Costanza della sezione AIA di Agrigento, coadiuvato dagli assistenti Landoni e Poso di Milano.

Mattia Pastorino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore