/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | giovedì 12 ottobre 2017, 15:50

Calcio, Seconda Categoria. Rocchettese, la sconfitta col Plodio non va giù. Il commento di "Fuster" Ferraro

Alcune assenze significative hanno condizionato la prova dei rossoblù all'esordio: "Ce la siamo giocata alla pari, loro più bravi a sfruttare le occasioni create. Il Plodio una squadra completa".

È mancato qualcosa, in termini di punti ma soprattutto di uomini, alla Rocchettese che parte in questa nuova stagione con una sconfitta. Non è bastata la rete in avvio del centrocampista Vigliero a regalare ai rossoblù la vittoria contro il Plodio, che tra primo e secondo tempo ha ribaltato il risultato con le reti di Nasyr e Gennarelli. Ai cairesi non è bastata una buona prova per partire col piede giusto davanti ai propri tifosi, ma Diego Ferraro, uomo simbolo e d’esperienza, non si lascia abbattere dal risultato: “Credo che il risultato più giusto fosse un pareggio. È stata una bella partita con un buon arbitraggio. Il Plodio è squadra completa in ogni reparto, con una rosa di più di venti giocatori tutti di ottimo livello per la categoria che sicuramente punta a fare un campionato da protagonista. Noi domenica eravamo decimati da squalifiche ed infortuni ma ce la siamo giocata alla pari. Abbiamo avuto più o meno le stesse occasioni da rete e loro sono stati più bravi a sfruttarle. Nonostante la sconfitta usciamo a testa alta e siamo contenti per il gioco espresso. I miei complimenti vanno al loro portiere che in più occasioni e soprattutto al 94' gli ha salvato il risultato”.


Domenica per la formazione di mister Pansera un’altra sfida importante contro il Mallare. Ci sarà sicuramente voglia di rifarsi ma bisognerà attendere ancora qualche settimana per vedere il vero volto della Rocchettese: “Sono convinto che ci voglia un po' di tempo per amalgamare i nuovi arrivi con la squadra ed adattarsi al gioco e agli schemi del mister.  Puntiamo sicuramente a raggiungere la zona tranquilla quanto prima possibile ed a piazzarci meglio rispetto agli anni precedenti”.

Mattia Pastorino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore