/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | mercoledì 03 gennaio 2018, 11:40

Calcio, Cairese. Solari archivia la sosta con ottimismo: "Abbiamo lavorato bene, con l'Arenzano giocheremo al Brin"

"Una sola domenica di sosta può permetterci di rimanere concentrati in vista della ripresa"

Definire i prossimi dieci giorni decisivi per le sorti della Cairese potrebbe risultare sicurametne eccessivo, ma è indubbio che i valbormidesi si giocheranno nel recupero contro l'Arenzano e nella trasferta con l'Alassio FC una percentuale importante delle proprie chances di promozione.

Stasera, dopo la pausa di capodanno, i gialloblu di Solari ricominceranno a faticare riprendendo così la marcia di avvicinamento al big match contro la squadra diretta da Beppe Maisano.

 

Mister, panettoni ormai riposti in dispensa?

"Devo dire che nelle soste abbiamo lavorato bene, alternando riposo e lavoro sul campo. Ho sempre sostenuto che staccare la spina al momento giusto sia il requisito basilare per riprendere a lavorare con ancora più energia nel momento opportuno. I tre giorni di allenamenti a ridosso di capodanno sono stati molti molto fruttuosi sotto questo punto di vista".

 

Il recupero fissato il 7 gennaio, a una settimana dal big match con l'Alassio può aiutarvi a calarvi immediatamente nel clima campionato?

"Sicuramente la soglia di attenzione, con una sola settimana di pausa, non può che rimanere più alta. Abbiamo dovuto applicare piccole modifiche al nostro programma di lavoro, stilato lo scorso novembre, ma nulla di trascendentale. Anche l'Alassio, oltre a noi e all'Arenzano, giocherà nel week end, per cui sarà interessante capire come reagirà ogni squadra".

 

Il solo Di Leo risulta nella lista degli assenti?

"Si, Cristian sta proseguendo l'iter di recupero relativo al suo ematoma. Speriamo solo che l'influenza non ci privi di altri giocatori".

 

Tra maltempo e caratteristiche tecniche avete deciso su quale campo giocare.

"Il nostro campo è il Brin, abbiamo optato un paio di volte per altre soluzione esclusivamente per motivi organizzativi. Giocheremo probabilmente su un campo pesante e speriamo che ciò non condizioni quella che sulla carta di prospetta come una grandissima partita".

Lorenzo Tortarolo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore