/ Calcio

Calcio | martedì 13 marzo 2018, 17:30

Calcio. Soccer Borghetto. Garofalo, parole da leader: "É tutto nelle nostre mani, ma nessuno ci regalerà nulla"

Il team di mister Cordiale superando per 3-0 il Borgio Verezzi è tornato in testa alla classifica con due punti di vantaggio sul Borghetto 1968: in gol anche uno dei punti di riferimento della squadra biancorossa.

Dopo tre gare senza vittoria, domenica scorsa il Soccer Borghetto è tornato ad esultare grazie al 3-0 casalingo rifilato al Borgio Verezzi, un risultato che ha riportato i ragazzi di mister Cordiale in testa al girone A di Seconda Categoria con due lunghezze di vantaggio sul Borghetto 1968: a sole tre giornate dalla fine del campionato sarà dunque un duello cittadino a decidere le sorti del campionato. Nel frattempo Mattia Garofalo, uno dei leader dello spogliatoio biancorosso, ha commentato così il successo ottenuto nell'ultima giornata:

"Vista la classifica, credo che siano tre punti vitali - le sue dichiarazioni ai microfoni di SvSport - alla fine del girone d'andata avevamo un buon margine sulla seconda, ma purtroppo si è assottigliato in quest'ultimo mese dove abbiamo sbagliato più di una partita: ora non possiamo più sbagliare, da questo punto di vista la vittoria con il Borgio è stata fondamentale. Che partita è stata? Maschia, soprattutto per le condizioni del campo. A fare la differenza sono state la nostra esperienza e la qualità dei singoli".

A rendere ancor più dolce il ritorno alla vittoria, anche la firma personale nel tabellino dei marcatori:

"Un gol magari inutile ai fini del risultato - ha confidato Garofalo a proposito della sua segnatura, la terza del match - ma personalmente è sempre una soddisfazione, anche perché a mio modo di vedere è stato un bel gol: mi dà fiducia e morale per queste ultime tre battaglie che ci aspettano, sperando di riuscire a centrare l'obiettivo. Poi il Borgio è sempre un avversario particolare per me: a inizio carriera le scoppole più grosse le ho prese da questa squadra, che però ultimamente mi sta portando fortuna visto che ho segnato anche all'andata".

Infine un pensiero sul recente momento di difficoltà vissuto dalla sua squadra:

"Abbiamo continuato ad allenarci in maniera serena - ha concluso il giocatore del club presieduto da Andrea Ferrara - con dedizione ed impegno consci del valore della squadra e le cose sono venute naturali: non ci sono stati grandi chiarimenti all'interno dello spogliatoio, abbiamo semplicemente continuato a lavorare ben sapendo che rimanendo sereni i risultati auspicati sarebbero potuti arrivare. Da qui alla fine della stagione mancano tre partite: è tutto nelle nostre mani, ma sappiamo che non sarà facile perché nessuno ci regalerà nulla".

Roberto Vassallo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore