/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | mercoledì 06 giugno 2018, 19:23

Calcio. Vado, inizia la nuova era dello stadio “Chittolina”. Il presidente Tarabotto: “Non una spesa, ma un investimento” (FOTO e VIDEO)

Presentato questo pomeriggio il progetto di restyling della casa rossoblu. Il sindaco di Vado, Monica Giuliano: “Un passaggio epocale”. E dal club vadese non si chiudono le porte all’Albissola.

Un progetto ambizioso, presentato con un pizzico di emozione: questo pomeriggio, allo stadio “Chittolina”, il presidente del Vado Franco Tarabotto ha svelato nel dettaglio il restyling della casa del club rossoblu. Il manto sintetico di ultima generazione è la principale novità in arrivo, ma sono in programma anche ulteriori lavori relativi alla tribuna ospiti (ingrandimento e copertura) oltre che all’impianto di videosorveglianza dello stadio.

Non la considero una spesa, ma un investimento – ha dichiarato il massimo dirigente vadese – la situazione dell’Albissola? Abbiamo avuto dei contatti, ma questo investimento è qualcosa che era comunque in preventivo”.

Presente alla conferenza stampa, organizzata appositamente per l’occasione, anche il sindaco di Vado Monica Giuliano che ha parlato di svolta epocale per lo sport della città: “Un progetto concreto – ha commentato il sindaco – in questi anni con il presidente e tutto il direttivo della società si è seguito un cammino di rilancio di tutte le nostre strutture: è stata un’azione congiunta di un presidente che ha dimostrato veramente un affetto ed un legame speciale con il nostro territorio e di questo ne siamo orgogliosi. La trasformazione del campo del Vado segna un passaggio epocale che si affianca ad un progetto altrettanto epocale da parte del Comune che riguarda la realizzazione di un nuovo palazzetto dello sport che sorgerà proprio vicino allo stadio”.

Luca Lanzone, responsabile di Italgreen, ha invece rivelato nel dettaglio le caratteristiche del prossimo manto erboso del “Chittolina”, un terreno di gioco (che sarà pronto entro fine agosto) in piena regola non solo per il calcio dilettantistico ma anche per quello professionistico:

Questo manto verrà utilizzato sia per lo standard dilettanti che per i professionisti – ha spiegato Lanzone – qualora la società volesse potrà omologarlo ‘professional’ e farlo utilizzare alla lega pro”.

Un campo in piena regola per il calcio professionistico, oltre ai lavori previsti alle tribune e all’impianto di videosorveglianza, portano inevitabilmente a pensare alla situazione che sta vivendo l’Albissola alla ricerca di uno stadio per il prossimo campionato di Serie C. Sia il presidente Tarabotto, pur precisando che i lavori previsti sono un investimento per la sua società, che il sindaco Giuliano hanno mostrato la volontà di tenere la porta aperta ad un eventuale arrivo dei ceramisti: ora resta da capire come potrà evolvere la situazione.

Lorenzo Tortarolo - Roberto Vassallo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore