/ Motori

Che tempo fa

Cerca nel web

Motori | martedì 12 giugno 2018, 16:00

Rally del Taro: un secondo posto molto soddisfacente per Alex Re e Fulvio Florean

L'equipaggio della Scuderia Etruria ha migliorato molto il feeling con la Skoda Fabia R5 rispetto alle uscite precedenti, insidiando il campione in carica Rossetti

La vigilia aveva preannunciato grande spettacolo e così è stato.

Il 25° Rally del Taro ha mantenuto le grandi aspettative degli addetti ai lavori, attirando l'attenzione di moltissimi equipaggi blasonati e portando ad un livello altissimo le ostilità di questo campionato IrCup.

A vincere la kermesse parmense è stato il favorito Luca Rossetti, pilota professionista e campione in carica, ma i riflettori vanno puntati su coloro che hanno conquistato la piazza d'onore (che sa alla fine di vittoria): Alessandro Re e Fulvio Florean. L'equipaggio per metà comasco e per metà savonese hanno fin da subito avuto un approcio importante e sono stati autori di una gara superlativa, sbaragliando una concorrenza spietata come l'ex pilota del campionato del mondo Pierre Campana.

Un risultato fortemente voluto sia dai due conduttori sia dal team HK Racing, al quale va il merito di aver preparato maniacalmente la Skoda Fabia R5 Evo. Ecco dunque le dichiarazioni dei due protagonisti.

Alessandro: "Molto contento per me e la squadra. Raccogliamo questo risultato con positività perchè ci dà ancora più fiducia per il futuro. Per me è importante macinare kilometri sulla Skoda in modo da capirla sempre più e ora credo di poter essere sulla buona strada. Appuntamento dunque al Casentino, secondo round della IrCup".

Fulvio: "Siamo felici di quanto fatto in questa difficile gara. Non era facile perchè tutti sono partiti con ambizioni altissime, ma alla fine il nostro lavoro effettuato per prepararci al meglio ci ha ripagati. E' stata una lotta spietata per tutto il weekend ma noi siamo stati stati impeccabili, così come il team. Anche il feeling come equipaggio è cresciuto notevolmente per cui andremo al Casentino con molte certezze in più".

Un Rally del Casentino che confermerà un livello di difficoltà alto per via delle due nuove prove speciali in programma e per la possibile partecipazione di alcuni equipaggi provenienti dal campionato europeo.

 

Ph: Andrea Balbo - Roberto Benazzi

Alessio Zunino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore