/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | mercoledì 13 giugno 2018, 11:20

Calcio, Legino. Davide Girgenti è pronto a raccogliere il testimone: "Un onere e un onore succedere a Fabio Tobia"

Diventare allenatore della Prima Squadra all'esordio, in Promozione, non capita davvero tutti i giorni.

Ancor di più, se la successione comporta sedersi su una panchina così caratterizzata come quella del Legino, appartenuta a un'icona per il movimento verdeblu come Fabio Tobia.

Elementi che Davide Girgenti vuole ribaltare a proprio favore, per aprire una nuova pagina .

 

Da attaccante ad allenatore, anche se l'esperienza nei Settori Giovanili è già piuttosto lunga.

"Si è così, ma è chiaro che guidare una Prima Squadra come il Legino rappresenti qualcosa di molto particolare. Essere scelto per raccogliere il testimone di Fabio Tobia è un onore e un onere, spero di centrare anche solo una piccola percentuale dei grandi successi da lui raccolti, rappresenterebbe un grande punto di partenza".

 

Ci sarà un cambiamento sul fronte della condotta tecnica?

"Il dna del Legino non sarà minimamente intaccato. Saremo sempre una squadra pronta a dare battaglia e che non regalerà nulla a nessuno, anche se, com'è giusto che sia, ogni allenatore ha un tipo di proposta diversa. Ringrazio il presidente, l'intera società e lo stesso Tobia per la fiducia che mi è stata dimostrata".

 

Sul fronte mercato vedremo una squadra rivoluzionata?

"Non credo. Qualcosa faremo in attacco dopo la partenza di Romeo e il mio cambio di ruolo. Ciò che però più conta sarà le mentalità dei giocatori che andremo a prendere: serviranno entusiasmo e voglia di divertirsi per entrare a far parte i questo gruppo. Ci tengo a ribadirlo, ciò che è il Legino lo si può capire solo vivendo questa realtà".

Lorenzo Tortarolo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore