/ Altri sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Altri sport | venerdì 19 ottobre 2018, 16:50

Chiude l'attività dei Cubs, il grido di dolore della società e del Coni: "Non facciamo morire il baseball, ci vengano incontro il Comune e l'Albissola Calcio" (VIDEO)

Utilizzo del campo Faraggiana, la restituzione del campo Cameli e il pagamento delle trasferte a Finale per il prosieguo dell'attività sportive: queste la richieste che verranno presentate all'amministrazione Nasuti. Il sindaco: "Le abbiamo provate tutte ma non mi tiro indietro"

Chiude l'attività dei Cubs, il grido di dolore della società e del Coni: "Non facciamo morire il baseball, ci vengano incontro il Comune e l'Albissola Calcio" (VIDEO)

Utilizzo del campo Faraggiana tramite un accordo con il comune e le due squadre calcistiche presenti per una gestione unitaria della struttura, la restituzione del campo Cameli con una variazione o oggetto del consiglio comunale oppure l'erogazione da parte dell'amministrazione per il pagamento delle trasferte di tutte le partite e gli allenamenti della società.

Questi i temi e le proposte che verranno presentate al sindaco di Albissola Gianluca Nasuti che sono stati trattati questa mattina nella sala Lelio Speranza del Coni Point di Savona dal delegato regionale Federazione Baseball Livio Caponi, il delegato provinciale del Coni Roberto Pizzorno e l'avvocato Luca Battaglieri, presidente Aquile del Finale e vice presidente dei Cubs di Albissola Marina.

Al centro proprio l'attuale situazione della società albissolese di baseball che sta per chiudere i battenti dopo aver perso da qualche anno la possibilità di utilizzare il campo Cameli che successivamente è diventato un parcheggio. La società attualmente è in "esilio" a Finale (il settore giovanile è stato in parte fuso con la società finalese), con a disposizione solo un prato privato dato in concessione.

"Vogliamo uscire dalla dinamica attacchi società/pubblica amministrazione per creare una proposta fattiva a favore dei ragazzi di Albissola. Manca un impianto adatto, i Cubs sono l’unica società che ha tutte le categorie giovanili, queste realtà non si trovano neanche fuori Regione. L’esproprio del campo Cimeli è stato eseguito nel 2016, il comune non ha creato un area per giocare a baseball in tempo stabile, istituendo invece un parcheggio, una scelta politica che non discutiamo, ma manca invece di sensibilità, il comune sta togliendo un’area sportiva alla società, non capiamo il motivo perché non si è creata un’alternativa temporanea, in questi 4 anni non c’è stato nulla in quella struttura, si poteva far rimanere in vita la società. I Cubs hanno chiuso ufficialmente, gli allenamenti sono fermi. Siamo qua a chiedere un tavolo serio dove vogliamo soluzioni" spiega Livio Caponi.

Il delegato regionale ha poi illustrato la cronistoria dei passaggi che sono stati fatti per salvare la società: "Successivamente siamo andati a visionare un terreno in Villa Faraggiana, di proprietà di una società di Novara e abbiamo avuto due incontri, uno anche con i tecnici del Coni, per cercare di capire se fosse possibile fare questa operazione ma l'unico problema riguardava il progetto. Avevamo proposto di creare un parco sportivo comunale dove poter svolgere attività, ampliandolo e mettendolo a disposizione della cittadinanza. Siamo stati un anno e mezzo dietro al progetto ma la società Albezzana Srl ci ha esclusi e ha presentato il progetto di solo parcheggio con l'ovvio diniego della Sovrintendenza che ha portato quindi ad un nulla di fatto".

Certe tradizioni non vanno messe in disparte, la società sportiva albissolese Cubs ha una tradizione, già 30 anni fa si parlava di un nuovo campo da baseball ad Albissola ma le promesse non sono state mantenute- continua il delegato provinciale Coni Roberto Pizzorno - Per il Coni i Cubs devono rimanere in vita, la società deve andare avanti, le proveremo tutte affinché si trovi una soluzione per un impianto ad Albissola, le tradizioni ci sono, non ci sono sport di serie A e di serie B, il baseball sta crescendo in Liguria in maniera forte. Saremo a fianco della società per trovare una soluzione, il settore giovanile soprattutto non deve sparire".

Dai toni forti l'intervento del presidente Aquile del Finale e vice presidente dei Cubs Luca Battaglieri che ha attaccato l'amministrazione Nasuti e soprattutto l'Albissola Calcio: "Come avvocato ho fallito la lotta contro i mulini a vento, con il comune di Albisola ho chiesto di poter continuare a giocare a villa Faraggiana, visto che la proprietaria ha deciso di darla a un privato prima dell’espropriazione, i Cubs hanno quindi pagato il giusto e l’ingiusto. Abbiamo diritto di utilizzare il campo da calcio e ne abbiamo fatto richiesta, quando poi invece è stata fatta una convenzione gratuita con le società Albissola e Santa Cecilia. Abbiamo proposto di utilizzarlo d’estate ma ci è stato detto di no. Ci sono stati chiesti 180 euro a partita, 1000 euro al mese, cifra che noi non possiamo permetterci. Occorreva una maggiore sportività da parte della società di calcio e una maggiore sensibilità sportiva e sociale da parte dell'amministrazione comunale. Sono fiducioso che le nostre richieste siano prese degnamente in considerazione".

Non è tardata ad arrivare la risposta del primo cittadino di Albissola Nasuti che apre alle future proposte anche se gli spiragli sono minimi: “Da quando è cessata l’attività del Cameli sono state cercate alternative che purtroppo non ci sono, le abbiamo provate tutte. Bisogna capire se nelle altre strutture esistenti sportive comunali si possa trovare una soluzione. In primavera-estate potrebbe essere fattibile effettuare le partite al Faraggiana ma bisogna comunque fare qualche adeguamento e il comune non ha le risorse. Non è vero che noi abbiamo voluto chiudere il Cameli, si parla comunque di una soluzione auspicata già 15 anni fa non di certo da quando è presente la mia amministrazione. Credo di aver fatto di tutto e non nego che mi sono dispiaciuti gli attacchi. Ribadisco che troveremo una soluzione fattibile, una società sportiva che chiude è una sconfitta per tutti".

Le parole di Enrica Pistone, dirigente Albisola Cubs e madre di Cesare Vigo, giocatore dei Cubs:

 


 

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore