/ Rugby

Che tempo fa

Cerca nel web

Rugby | lunedì 29 ottobre 2018, 11:24

Rugby Savona in grande spolvero, i biancorossi espugnano Pavia 20-10

Rugby Savona in grande spolvero, i biancorossi espugnano Pavia 20-10

CUS Pavia 10

SAVONA Rugby 20



Marcatori: 5’ m Tavani (5-0), 35’ m Franceri (5-5). II T: 6’ m Blasigh (10-5), 9’ c.p. Serra F (10-8), 17’ m Franceri, tr. Serra F (10-15), 32’ m Sheu (10-20).


Cus Pavia: Attye, Casali, Ferrari, Trecate, Marconi, Tavani, Murer, Giglio, Gobbo, Repossi, Napoli, Negri, Garbarini, Zambianchi, Corbascio, Blasigh. A disposizione: Tavaroli, Franchi, Speranza, Inama, Della Giustina, Chiudinelli, Gioia. Allenatore Nicola Cozzi.


Rugby Savona: Franceri, Bernat (GuidaC), Paoletti, Ademi (Scorzoni), Serra F, Rossi, Ermellino R (Serra A), Lazarciuc (Trentin), Rando, Guida R, Pivari, Urbani, Maruca (Baccino), Sheu, Fiabane (Brignolo). A disposizione: Ermellino L. Allenatore Andrea Costantino.


Arbitro:.Jacopo Fioravanti di Roma.


Cartellini: 33’ giallo Repossi (Pv); II T 5’ giallo Lazarciuc (Sv); 10’ 2° Giallo Repossi, espulsione definitiva.


Calciatori: 0/2 Tavani (Pavia); Ademi 0/3, Serra F 2/4 (Rugby Savona).


Punti in classifica: Cus Pavia 0 - Rugby Savona 4


Terza vittoria consecutiva per il Rugby Savona che in trasferta riesce a passare sul difficile campo di Pavia, superando il Cus per 20 a 10.


L’incontro è stato quanto mai equilibrato; nella prima frazione si è visto un Savona reagire allo svantaggio portando il baricentro del gioco nel campo lombardo. Nella ripresa dal 10’ con l’uomo in più i biancorossi hanno segnato due mete pregevoli ma hanno lasciato al Cus Pavia la conduzione del gioco. Determinante quindi l’espulsione definitiva di Repossi a seguito di due gialli; in questa situazione, come peraltro a Torino, il Savona avrebbe dovuto vincere a mani basse ma inspiegabilmente ha peccato di generosità non infierendo, lasciando addirittura l’iniziativa ai pavesi.


Una “pigrizia” che non inficia l’assoluta bontà delle marcature; arriva quindi una vittoria che lascia sul campo il bonus offensivo di un punto che sarebbe arrivato siglando un’ulteriore meta.

Il bottino avrebbe potuto essere più pingue se i calciatori biancorossi non avessero lasciato fuori tabellino ben 11 punti; va citata l’ultima trasformazione mancata da Serra dove il pallone ha infilato in sequenza palo destro, palo sinistro e la traversa per poi uscire, performance unica da parecchi anni ad oggi.


Il Cus Pavia ha giocato in modo ordinato e continuo, secondo la qualità fatta vedere negli anni passati; con un uomo in meno hanno dato il massimo, riuscendo in un primo tempo a contenere gli avversari. Pregevoli le mete segnate ma alla lunga l’ansia di attaccare ha offuscato la freddezza di esecuzione, permettendo al Savona di controllare l’incontro.


Inizia bene il Savona che su calcio di avvio attacca con decisione e già al 2’ usufruisce di un calcio; Ademi prova ma esce di poco. Dalla marcatura potenziale alla meta avversaria in tre minuti: il Cus riparte e guadagna campo ligure con tre azioni di penetrazione, poi apre veloce sui tre-quarti che riescono a creare la superiorità numerica con la velocità di esecuzione lasciando Tavani solo in meta. La delusione biancorossa è tanta e la reazione decisa; per tutto il resto del tempo si giocherà stabilmente nel campo lombardo, cercando con caparbietà la marcatura. Al 7’ ed al 10’ due calci piazzati di Ademi non entrano sempre per poco; il Savona preme con costanza ed al 35’ arriva la meta di Franceri che conclude un attacco partito da touches vinta ai 15, seguita da due carrettini di mischia che guadagnano terreno e raggruppano gli avversari, per poi aprire veloci sui tre-quarti. Prova Filippo Serra la trasformazione ma non ottiene il risultato. Sul 5 a 5 termina la prima frazione di gioco.


Nella ripresa si inizia a giocare a centro campo fino all’espulsione temporanea del savonese Lasarciuc; il Pavia con un uomo in più prende le redini ed in un minuto si porta nei dieci metri difensivi liguri, guadagna e vince una mischia e nella ripartenza segna una meta di forza con gli avanti con Blasigh. La reazione è veemente ed il Savona preme con decisione; per fermare l’offensiva Repossi placca alto e con questo secondo fallo temporaneo ottiene l’espulsione definitiva. Sulla punizione conseguente Serra realizza i suoi prii tre punti, portando il parziale sul 10 a 8. Stranamente in questo frangente le parti si invertono: il Savona attacca con minor decisione e monta invece in cattedra il Cus Pavia che con orgoglio prova ad incrementare il vantaggio. Al 17’ il Pavia vince una mischia difensiva sui propri 22 metri e libera con un calcio in profondità; raccoglie Serra che contrattacca in velocità riuscendo a dare un passaggio smarcante a Franceri che, manco a dirlo, innesta la quarta e vola in meta superando un paio di avversari. Serra stesso trasforma, si passa in vantaggio per 10 a 15. Il gioco è comunque gestito dal Pavia che cerca la marcatura, arginato e contrattaccato di biancorossi che usano azioni discontinue ma rapide ed insidiose. Al 32’ una di queste azioni porta ad una touches ai 15 metri avversari; lancio vinto e trasformazione in carretto che guadagna metri preziosi. Il Pavia riesce ad arrestare l’avanzamento ma sulla percussione che segue è lento ad organizzarsi e Sheu schiaccia in meta per punti pesanti. Della trasformazione mancata con triplo palo abbiamo già detto. L’incontro finisce quindi una manciata di minuti dopo, sempre con il Pavia in attacco, a conferma del loro forte spirito di squadra.



I Risultati della giornata:


Moncalieri – Cus Ad Maiora To 12/38

Union Riviera IM – Cus Genova rinviata

Cus Pavia – Rugby Savona 10/20


CLASSIFICA: Savona 14, (*) Cus Genova 10, CUS Pavia e (*) Union Imperia 5, Moncalieri 0, Cus Ad Maiora To -6.

(*) un incontro in meno


Settore Giovanile:


Under 18 territoriale FTGI Rugby Ligues B – Amatori Genova Rimandata

Under 16 territoriale FTGI Rugby Ligues B – Chieri ( 3° andata) 14/26

Under 14 territoriale Union Riviera IM – Rugby Savona 63/17

 



Marcatori: 5’ m Tavani (5-0), 35’ m Franceri (5-5). II T: 6’ m Blasigh (10-5), 9’ c.p. Serra F (10-8), 17’ m Franceri, tr. Serra F (10-15), 32’ m Sheu (10-20).


Cus Pavia: Attye, Casali, Ferrari, Trecate, Marconi, Tavani, Murer, Giglio, Gobbo, Repossi, Napoli, Negri, Garbarini, Zambianchi, Corbascio, Blasigh. A disposizione: Tavaroli, Franchi, Speranza, Inama, Della Giustina, Chiudinelli, Gioia. Allenatore Nicola Cozzi.


Rugby Savona: Franceri, Bernat (GuidaC), Paoletti, Ademi (Scorzoni), Serra F, Rossi, Ermellino R (Serra A), Lazarciuc (Trentin), Rando, Guida R, Pivari, Urbani, Maruca (Baccino), Sheu, Fiabane (Brignolo). A disposizione: Ermellino L. Allenatore Andrea Costantino.


Arbitro:.Jacopo Fioravanti di Roma.


Cartellini: 33’ giallo Repossi (Pv); II T 5’ giallo Lazarciuc (Sv); 10’ 2° Giallo Repossi, espulsione definitiva.


Calciatori: 0/2 Tavani (Pavia); Ademi 0/3, Serra F 2/4 (Rugby Savona).


Punti in classifica: Cus Pavia 0 - Rugby Savona 4


Terza vittoria consecutiva per il Rugby Savona che in trasferta riesce a passare sul difficile campo di Pavia, superando il Cus per 20 a 10.


L’incontro è stato quanto mai equilibrato; nella prima frazione si è visto un Savona reagire allo svantaggio portando il baricentro del gioco nel campo lombardo. Nella ripresa dal 10’ con l’uomo in più i biancorossi hanno segnato due mete pregevoli ma hanno lasciato al Cus Pavia la conduzione del gioco. Determinante quindi l’espulsione definitiva di Repossi a seguito di due gialli; in questa situazione, come peraltro a Torino, il Savona avrebbe dovuto vincere a mani basse ma inspiegabilmente ha peccato di generosità non infierendo, lasciando addirittura l’iniziativa ai pavesi.


Una “pigrizia” che non inficia l’assoluta bontà delle marcature; arriva quindi una vittoria che lascia sul campo il bonus offensivo di un punto che sarebbe arrivato siglando un’ulteriore meta.

Il bottino avrebbe potuto essere più pingue se i calciatori biancorossi non avessero lasciato fuori tabellino ben 11 punti; va citata l’ultima trasformazione mancata da Serra dove il pallone ha infilato in sequenza palo destro, palo sinistro e la traversa per poi uscire, performance unica da parecchi anni ad oggi.


Il Cus Pavia ha giocato in modo ordinato e continuo, secondo la qualità fatta vedere negli anni passati; con un uomo in meno hanno dato il massimo, riuscendo in un primo tempo a contenere gli avversari. Pregevoli le mete segnate ma alla lunga l’ansia di attaccare ha offuscato la freddezza di esecuzione, permettendo al Savona di controllare l’incontro.


Inizia bene il Savona che su calcio di avvio attacca con decisione e già al 2’ usufruisce di un calcio; Ademi prova ma esce di poco. Dalla marcatura potenziale alla meta avversaria in tre minuti: il Cus riparte e guadagna campo ligure con tre azioni di penetrazione, poi apre veloce sui tre-quarti che riescono a creare la superiorità numerica con la velocità di esecuzione lasciando Tavani solo in meta. La delusione biancorossa è tanta e la reazione decisa; per tutto il resto del tempo si giocherà stabilmente nel campo lombardo, cercando con caparbietà la marcatura. Al 7’ ed al 10’ due calci piazzati di Ademi non entrano sempre per poco; il Savona preme con costanza ed al 35’ arriva la meta di Franceri che conclude un attacco partito da touches vinta ai 15, seguita da due carrettini di mischia che guadagnano terreno e raggruppano gli avversari, per poi aprire veloci sui tre-quarti. Prova Filippo Serra la trasformazione ma non ottiene il risultato. Sul 5 a 5 termina la prima frazione di gioco.


Nella ripresa si inizia a giocare a centro campo fino all’espulsione temporanea del savonese Lasarciuc; il Pavia con un uomo in più prende le redini ed in un minuto si porta nei dieci metri difensivi liguri, guadagna e vince una mischia e nella ripartenza segna una meta di forza con gli avanti con Blasigh. La reazione è veemente ed il Savona preme con decisione; per fermare l’offensiva Repossi placca alto e con questo secondo fallo temporaneo ottiene l’espulsione definitiva. Sulla punizione conseguente Serra realizza i suoi prii tre punti, portando il parziale sul 10 a 8. Stranamente in questo frangente le parti si invertono: il Savona attacca con minor decisione e monta invece in cattedra il Cus Pavia che con orgoglio prova ad incrementare il vantaggio. Al 17’ il Pavia vince una mischia difensiva sui propri 22 metri e libera con un calcio in profondità; raccoglie Serra che contrattacca in velocità riuscendo a dare un passaggio smarcante a Franceri che, manco a dirlo, innesta la quarta e vola in meta superando un paio di avversari. Serra stesso trasforma, si passa in vantaggio per 10 a 15. Il gioco è comunque gestito dal Pavia che cerca la marcatura, arginato e contrattaccato di biancorossi che usano azioni discontinue ma rapide ed insidiose. Al 32’ una di queste azioni porta ad una touches ai 15 metri avversari; lancio vinto e trasformazione in carretto che guadagna metri preziosi. Il Pavia riesce ad arrestare l’avanzamento ma sulla percussione che segue è lento ad organizzarsi e Sheu schiaccia in meta per punti pesanti. Della trasformazione mancata con triplo palo abbiamo già detto. L’incontro finisce quindi una manciata di minuti dopo, sempre con il Pavia in attacco, a conferma del loro forte spirito di squadra.



I Risultati della giornata:


Moncalieri – Cus Ad Maiora To 12/38

Union Riviera IM – Cus Genova rinviata

Cus Pavia – Rugby Savona 10/20


CLASSIFICA: Savona 14, (*) Cus Genova 10, CUS Pavia e (*) Union Imperia 5, Moncalieri 0, Cus Ad Maiora To -6.

(*) un incontro in meno


Settore Giovanile:


Under 18 territoriale FTGI Rugby Ligues B – Amatori Genova Rimandata

Under 16 territoriale FTGI Rugby Ligues B – Chieri ( 3° andata) 14/26

Under 14 territoriale Union Riviera IM – Rugby Savona 63/17


comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore