/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | 09 gennaio 2019, 11:10

Vado Ligure punta forte sullo sport: dopo il restyling del "Chittolina" in arrivo un nuovo Palazzetto

L'assessore Fabio Gilardi ha annunciato il bando di progettazione: "Il primo passo verso un'opera per noi strategica"

Vado Ligure punta forte sullo sport: dopo il restyling del "Chittolina" in arrivo un nuovo Palazzetto

Ottime notizie in arrivo per tutti gli sportivi di Vado Ligure. Dopo il via ai lavori di restyling dello stadio “Chittolina”, voluti dal presidente del Vado Calcio, Franco Tarabotto, sarà anche il Comune protagonista nei prossimi mesi di importanti scelte volte alla crescita delle infrastrutture sportive.

Nei giorni scorsi è stato infatti approvato il bando di progettazione per il centro polisportivo multidisciplinare che sorgerà proprio nei pressi dello storico stadio vadese, come spiega ai nostri microfoni l’assessore ai lavori pubblici, Fabio Gilardi: “Si tratta del primo passo verso la realizzazione dell’opera, ma siamo soddisfatti di poter annunciare che quest’opera si farà certamente”. Un’opera con una base d’appalto, gestita dalla Provincia, del valore di poco superiore ai duecentomila euro per quanto riguarda l’ambito progettuale, il cui costo finale si aggirerà intorno ai 3,8 milioni di euro.

Un primo passo dunque verso la realizzazione di una struttura ritenuta strategica dall’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Monica Giuliano nel quadro complessivo delle opere da realizzare sul territorio vadese: “Dare una casa a tutte le realtà sportive presenti nel territorio vadese è un qualcosa che questa giunta sentiva come una necessità. Volevamo dotare le varie associazioni, che sono veramente tante, di un contenitore all’altezza. Mi vengono in mente ad esempio il basket o la pallavolo, ma il nostro comune è ricco di attività che potranno beneficiare di ciò che nascerà”.

Non a caso la scelta di collocare questa vera a propria cittadella dello sport dove già si trovano i campi “Chittolina” e “Dagnino”: “Questa nuova “casa dello sport” - prosegue Gilardi - si va a collocare non solo in un’area geografica già sportivamente importante, ma pure in una posizione strategica logisticamente parlando, molto ben servita dai collegamenti stradali con l’interno e coi paesi limitrofi. Inoltre cercheremo di rendere fruibile a tutti grazie anche alla realizzazione di una serie di altri lavori accessori, come ad esempio una pista ciclabile e nuove aree pedonabili”.

Se per la prima parte di cittadella, ovvero quella già esistente ed inerente il calcio e l’atletica, l’anno buono sarà già il 2019, per le nuove opere bisognerà attendere ancora qualche mese: “Realisticamente, essendo appena entrati nelle fasi preliminari di quello che è l’aspetto progettuale, penso potremmo vedere le prime pietre posarsi nel 2020”.

Mattia Pastorino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium