/ Altri sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Altri sport | 24 gennaio 2019, 11:22

Ricco bottino per il team Eunike ai Giochi Nazionali Special Olympics

Ricco bottino per il team Eunike ai Giochi Nazionali Special Olympics

Sono partiti carichi di aspettative e non sono stati delusi. Atleti e partner del team Eunike hanno partecipato dal 14 al 18 gennaio ai 30° Giochi Nazionali invernali Special Olympics a Bardonecchia, tornando a Savona con un bagaglio ricco di esperienze positive e di scintillanti medaglie conquistate nella disciplina della corsa con racchette da neve.

"L'opportunità di poter gareggiare con avversari di tutta Italia è per i membri del nostro team, sia con disabilità intellettiva sia senza disabilità, un'occasione che si aspetta con trepidazione per un anno intero. Ad ogni trasferta si creano legami di amicizia con i corridori delle altre associazioni sportive, quindi sin dal primo giorno si vive un clima di inclusione e allegria perché ritrovarsi sul campo di gara è già un primo motivo di gioia" commenta l'allenatrice Eleonora Ferrari. "Dal punto di vista tecnico, oltre ai progressi in termini di autonomia, abbiamo potuto notare ottimi miglioramenti in tutti i nostri atleti e partner: i tempi registrati nelle finali sono stati in larga parte inferiori rispetto a quelli dello scorso anno. A prescindere dal colore della medaglia vinta, questo è un dato che riteniamo molto importante".

Le gare Special Olympics permettono di competere con avversari di pari abilità in divisioni, stabilite dopo le gare preliminari, in cui tutti vengono premiati. Su una stessa distanza possono quindi essere organizzate numerose divisioni di livello tecnico omogeneo, affinché a festeggiare la medaglia d'oro non sia un solo atleta: non si ricerca il vincitore assoluto ma viene valorizzato l'impegno messo in gara da ciascun partecipante.

Il medagliere della delegazione Eunike è ricco di "metalli preziosi": oro per l'esordiente Ludovico Zanier nei 100m M9, distanza in cui i compagni di squadra Marco Rubino Genovesi e Francesco Guastamacchia si aggiudicano rispettivamente il bronzo e il quarto posto nelle divisioni M7 e M8. I tre sono anche protagonisti, con Igli Hasanpapaj, della staffetta 4x100m, conclusa al terzo posto. Sulla distanza dei 200m il più veloce tra i corridori Eunike è Francesco Guastamacchia, con il tempo di 47''78 che gli vale l'argento nella divisione M10, seguono Ludovico Zanier, quinto nella M8, Marco Rubino Genovesi, bronzo nella M9, e Igli Hasanpapaj, quarto in M7. Per Igli Hasanpapaj, pure lui alla prima gara nazionale, da registrare anche il bronzo nei 400m M2.

Sulla distanza dei 50m Marco Basso e Alessandro Cichero portano a casa l'argento nelle divisioni M12 e M11, mentre la medaglia è di bronzo per Giuditta Guglieri, F11, e Marco Spaggiari, M13. Ai piedi del podio anche Lucrezia Parodi e Sonia Salice, entrambe quarte rispettivamente in F10 e F9. Le gare dei 25m regalano altre soddisfazioni al team Eunike, a partire dagli argenti di Giuditta Guglieri, F6, e Sonia Salice, che compete in F4 nonostante la febbre, dimostrando una tenacia non comune. Non meno importanti le medaglie di bronzo di Alessandro Cichero, M10, e Lucrezia Parodi, F8, così come i risultati di Marco Spaggiari, quinto in M11 con un netto miglioramento del suo personale, e Marco Basso, quarto in M10.

"Oltre a quella di aver partecipato ai Giochi Nazionali con una delegazione molto più numerosa rispetto a quella delle due edizioni precedenti, una delle nostre soddisfazioni più grandi è quella di aver iscritto per la prima volta anche una staffetta Unificata, composta da atlete con disabilità intellettiva e atlete partner senza disabilità. La squadra della 4x50m, in cui abbiamo schierato Margherita Catenazzo, Giuditta Guglieri, Serena Taccetti e Gloria Catenazzo, ha concluso la gara al quarto posto. Margherita, 9 anni, e Gloria, 10, erano anche le più giovani iscritte alla manifestazione nella disciplina della corsa con racchette da neve, segno che il nostro lavoro nella fascia d'età 8-14 anni sta avendo un buon riscontro" conclude il tecnico Elena Manzin, che con Eleonora Ferrari, Marina Frumento ed Elisabetta Invernizzi ha guidato il team a Bardonecchia.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium