/ Motori

Motori | 26 gennaio 2019, 17:32

Rally di Monte Carlo: Ogier resiste e chiude il DAY2 in testa, ma Neuville non molla la presa

Domani il mitico Col de Turini a decretare il vincitore

Rally di Monte Carlo: Ogier resiste e chiude il DAY2 in testa, ma Neuville non molla la presa

Sarà il doppio passaggio nella giornata di domani sul Col de Turini e il Col de Braus a decretare il vincitore del 87° Rallye Monte Carlo. Due tratti cronometrati che hanno segnato la storia dei rally e che anche quest'anno si appresta ad essere l'ago della bilancia dell'evento monegasco.

Il sabato di gara lo si può dividere in due tronconi: da una parte la giornata super di Ott Tanak, autentico mattatore con quattro speciali vinte su quattro, dall’altra il duello  tra il campione del mondo in carica Sèbastien Ogier e il suo più accreditato rivale Thierry Neuville. Il distacco tra i due è attualmente di appena 4”3. Domani sarà una grande battaglia!

Terza posizione in classifica per  Sèbastien Loeb, sempre più a suo agio sulla Hyundai I20 WRC. Quarta piazza ad appena 2” dal francese per Jari-Matti Latvala (Toyota Yaris). Il pilota finnico ha trovato un buon passo di gara e il podio potrebbe essere alla portata. Quinta piazza per lo scatenato Ott Tanak, sempre con la Toyota Yaris.


Nella categoria WRC2 comanda ancora Gus Greensmith, che prova a tenere alto l’onore M-Sport dopo il mezzo disastro combinato in queste tre giornate di Evans, Tidemand e Suninen.

L'ingauno Manuel Villa chiude invece la giornata al 28° posto assoluto con la Skoda Fabia R5 by Sportec Engineering.

Alessio Zunino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium