/ Altri sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Altri sport | 29 gennaio 2019, 17:50

Altetica. Il punto sul fine settimana dall'Atletica Arcobaleno, con uno sguardo speciale a Padova

Aurora Bado trionfa nel cross della “5 mulini”. Ino Abbo si conferma campione italiano m70 nella 20 km di marcia. Ottime prove di Anabel Vitale e Leonardo Musso agli italiani di prove multiple. Valeria Paglione nuovo record nel triplo.

Aurora Bado al traguardo della "5 mulini"

Aurora Bado al traguardo della "5 mulini"

Copertina in dubbio tra la giovane Aurora Bado e l’esperto Ino Abbo. La prima si è imposta nella classica delle classiche per quanto riguarda il cross nazionale, la “5 Mulini” di S. Vittore Olona, giunta alla 87° edizione. Grazie ad un fantastico finale allo sprint la figlia d’arte si è imposta nella gara riservata alle Allieve.

Ino Abbo ha sicuramente qualche anno e qualche km in più macinato sulle strade italiane ed europee. A Gioiosa Marea ha bissato il titolo italiano già suo lo scorso anno imponendosi nella prova dei 20 km di marcia categoria M70.

Ai campionati Italiani Allievi di prove multiple a Padova, con i giovani savonesi impegnati sulle 5 fatiche del pentathlon, conferma ai vertici per Anabel Vitale, pur essendo allieva da poco meno di un mese: ottime prove su 60 ostacoli (8.73, miglior prestazione ligure eguagliata) e nel lungo (5.54 la misura) per un punteggio finale di 3.275 punti che le è valso il 6° posto in classifica generale (e 1° se soffermiamo l’analisi alle atlete al 1° anno di categoria). Leonardo Musso si difende bene sui 60 ostacoli, nell’alto, nel peso e sui 1.000 conclusivi. Paga forse dazio eccessivo nel lungo, ma comunque chiude in una più che onorevole 13° posizione con 3.112 punti.

Valeria Paglione scende in pedana a Padova nel salto triplo e con 11.90 si migliora andando a realizzare il nuovo record provinciale assoluto in questa difficile disciplina.

Sempre a Padova rientra in pista lo sprinter master Stefano Pasquato: non male il suo 23.71 sui 200 metri.

Torna in gara a Novara il lanciatore Gioele Buzzanca. Il 40.78 realizzato nel lancio del disco in un contesto ambientale particolare (stadio innevato…) rappresenta un presupposto non da poco per un inizio di stagione positivo.

Molti giovani in gara a Bra: citiamo per tutti le buone prove sui 60 piani di Thomas Marello (7.46) e Angelica Liscio (8.48).

Da Lucca arriva il personale stagionale di Francesco Girardi: 6.40 la sua misura che gli vale il 4° posto nella gara di salto in lungo.

Mini pattuglia anche alla conquista del nuovo splendido impianto di Miramas, nei pressi di Marsiglia. In gara Aurora Abbondanza, Siria Zemma e Sara Gualdi che si sono ben difese su 60 e 200 piani “collaudando” la struttura che ospiterà a breve i Campionati Francesi Assoluti Indoor.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium