/ Altri sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Altri sport | 12 febbraio 2019, 17:10

Atletica, l’Arcobaleno cala un tris d’assi ad Ancona

La società savonese impegnata ai Campionati Italiani Indoor Allievi torna a casa con un argento ed un bronzo

Atletica, l’Arcobaleno cala un tris d’assi ad Ancona

Trasferta spettacolare per l’Atletica Arcobaleno Savona impegnata in quel di Ancona per i Campionati Italiani Indoor Allievi, coi tecnici Franco Romano e Samuele De Varti a seguito della spedizione ed i tecnici rimasti “a casa” Ornella Ferrara e Carlo Galiano.

Protagonisti gli atleti savonesi a partire da Marco Zunino, approdato in Arcobaleno da poche settimane, proveniente dal florido vivaio dell’Atletica Varazze. Il suo coach Franco Romano ha vissuto qualche giorno di apprensione due settimane or sono, quando il giovane ha subito una brutta distorsione alla caviglia. Un consulto medico e la successiva riabilitazione con esercizi in acqua hanno portato alla scelta di partecipare comunque ai Campionati Italiani. Batteria al sabato gestita con acume tattico e vittoria con crono di 50.60, tutt’altro che disprezzabile.

Nella finale domenicale, partendo dalla terza corsia, passaggio piuttosto forte e finale a stringere i denti. Ma con un grande premio: 49.76, crono che rappresenta il nuovo primato regionale “all time” ma che soprattutto catapulta Marco, al 1° anno di categoria tra gli allievi, ad una seconda pozione. Mai come in questo caso un argento che vale oro.

Aurora Bado arrivava invece alla pista indoor forte del recente successo nel celebre cross della 5 Mulini. Sicuramente non aveva nelle gambe il “cambio” di alcune delle altre atlete impegnate in una gara su ritmi non eccessivamente impegnativi. Ma Aurora ha corso una gara intelligente, attenta, non troppo staccata dalle prime, e con un grandissimo finale conquista uno splendido 4° posto che poi diventa 3° e medaglia di bronzo in conseguenza della squalifica di una delle avversarie. Il suo tempo di 4.44.25 migliora un record ligure vecchio di quasi 40 anni.

Grande felicità per il suo coach (e mamma) Ornella Ferrara, oltre che per i suoi altri familiari stretti (Corrado il papà e Riccardo il fratello), una famiglia che vive da sempre di “pane e atletica”.

Seguita da Samuele De Varti e Carlo Galiano, Anabel Vitale invece sta affrontando questo inizio di stagione con una grinta ed una continuità di risultati incredibili. A pochi giorni da un gran Campionato Italiano di Prove Multiple a Padova replica con prestazioni di livello tecnico notevolissimo specie considerando la sua giovane età (come Zunino è al primo anno di categoria).

Sui 60 ostacoli affronta la competizione in modo perfetto: 8.78 e vittoria della batteria, 8.67 in semifinale, un crono che rappresenta il nuovo record ligure di categoria ed è utile per entrare in finale con il primo tempo dei ripescaggi. E in finale un nuovo capolavoro, con una gara “di testa” sino all’ultimo centimetro: 8.70 ed un grandissimo 5° posto.

Nel salto in lungo le è mancata forse un pizzico di fortuna: il nuovo primato personale a 5.57 non è stato sufficiente ad entrare nella finale ad 8 e quindi è giunto un 9° posto che la soddisfa solo in parte.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium