/ Calcio

Calcio | 10 marzo 2019, 11:01

Calcio. Albissola, dopo il ko con la Juve Colla promuove i suoi e boccia l'arbitro: "Ho rivisto i miei ragazzi. Legrottaglie potrebbe esser il profilo giusto"

"Bravissimo Ambrosi, sapevo che avrebbe fatto bene, soprattutto ho trovato una certa serenità nei giocatori. Gli arbitri? dovrebbero essere formati diversamente".

Calcio. Albissola, dopo il ko con la Juve Colla promuove i suoi e boccia l'arbitro: "Ho rivisto i miei ragazzi. Legrottaglie potrebbe esser il profilo giusto"

Gian Piero Colla, amministratore delegato dell'Albissola, nonostante la sconfitta contro  la Juventus Under 23 non demorde e guarda con fiducia al futuro. Ecco quanto dichiarato ieri sera al termine della sfida disputata al "Moccagatta" di Alessandria:

"La squadra ha combattuto, avevo chiesto ai ragazzi di giocare con il coltello tra i denti e l'hanno fatto: hanno dato tutto quello che avevano. La Juventus però è una squadra forte, a cui non si deve lasciare niente.

L'arbitraggio? Come ha detto il presidente Ghirelli ci vuole rispetto per gli arbitri, ci mancherebbe. La mia espulsione? Sono stato espulso per aver detto semplicemente, magari a voce alta, che il mio giocatore ha preso un pugno in faccia: non ho detto altro. Questi ragazzi (gli arbitri ndr) dovrebbero essere formati diversamente. Questa partita poteva prendere una brutta piega, fortunatamente i ragazzi in campo erano giovani ma intelligenti.

Forse l'Albissola inizia a dar fastidio, probabilmente siamo scomodi. Il mio gruppo, lo sapete, ha iniziato l'iter per la quotazione in borsa: vuol dire che almeno imprenditorialmente sappiamo fare qualcosa.

Sono stanco, ogni domenica ce n'è una. Poi mi dovete spiegare l'espulsione di Raja: ho visto l'intervento, non mi sembrava così duro contro un giocatore che fisicamente è sette volte più grande. 

Bravissimo Ambrosi, sapevo che avrebbe fatto bene, soprattutto ho trovato una certa serenità nei giocatori. Se decidiamo di far venire un allenatore, lui resterà come allenatore in seconda: voglio un traghettatore che venga a fare un lavoro di serenità e tranquillità. Sfortunatamente Ambrosi non ha il patentino per cui non potrà continuare il percorso, se decidiamo per un allenatore sarà un traghettatore. Stasera ho rivisto i miei ragazzi.

Legrottaglie? È un profilo che ci piace molto, potrebbe essere nello stile e nella filosofia della nostra società. Vogliamo fare di questa società qualcosa di diverso.

Complimenti alla Juventus, è una grande società di cui, seppur da tifoso granata, ho grande rispetto.

La classifica non ci rende giustizia, ma stasera abbiamo rivisto la squadra che abbiamo costruito. Pensiamo a salvarci: da questo momento ci attendono otto finali".

Roberto Vassallo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium