/ Calcio

Calcio | 12 marzo 2019, 19:30

Calcio, Promozione. Il tempo ed il lavoro. La ricetta di Gianvito Garassino ha funzionato: “La serenità ha portato a galla le nostre doti”

Loanesi sempre più seconda dopo la vittoria di domenica sul Mignanego. Il centrale andorese torna a parlare, tra i risultati già messi in cantiere ed il finale di stagione: “Il calendario non ci è amico nelle prossime giornate, servirà tenere alta la tensione. Ospedaletti? Ormai è solo una corsa contro loro stessi”

Calcio, Promozione. Il tempo ed il lavoro. La ricetta di Gianvito Garassino ha funzionato: “La serenità ha portato a galla le nostre doti”

Ne è passata di acqua sotto i ponti dall’ultima volta di Gianvito Garassino ai microfoni di svsport, quando il capitano dei rossoblu commentava un inatteso momento di difficoltà in campionato per i suoi.

Dal mese di ottobre in casa Loanesi ci sono stati però un cambio di tecnico ed un filotto di vittorie che hanno portato il club della famiglia Piave all’attuale secondo posto: “Abbiamo avuto la bravura e la fortuna di infilare qualche vittoria prima di Natale – commenta Garassino. Questo ci ha aiutato in maniera determinante per quanto riguarda l’autostima, perché della qualità dei giocatori a disposizione ne ero certo. La tranquillità però che ci ha portato il mister è stata secondo me un toccasana e poi si sa, quando le cose girano bene è tutto più facile”.

Vincere aiuta a vincere. Quasi nessuno come questa Loanesi può rendere testimonianza efficace di questa legge non scritta dello sport, ma non solo: “Ripassando a mente le partite - continua Garassino - l’unico caso in cui abbiamo portato via qualcosa in più del dovuto è stato col Taggia, viceversa con il Vallescrivia. Quindi a conti fatti i punti conquistati sono stati meritati. Guardando il calendario, nostro e delle altre squadre d’alta classifica, d’ora in avanti dico che non dobbiamo assolutamente abbassare la tensione. Giocheremo, a differenza delle altre, contro avversarie che hanno tutte degli obbiettivi, che sia la salvezza oppure i play-off, escludendo forse la Dianese&Golfo

Chi altro ha antropomorfizzato il concetto è l’Ospedaletti, nel mirino dei rossoblu che nel frattempo non si guardano troppo alle spalle, anche grazie alla vittoria degli orange che ha relegato il Taggia a otto punti di sitanza: “In queste ultime settimane siamo stati combattuti se guardare avanti o guardare indietro. Io che sono un ottimista per natura però devo dire che con queste due vittorie l’Ospedaletti non ha vinto certo il campionato ma ci ha messo una bella pietra sopra, ed ora è diventata solo una corsa contro loro stessi. La Loanesi? Ogni partita noi dobbiamo cercare di portare a casa il massimo possibile per provare a mantenere il maggior distacco possibile dalla quinta ed evitare un turno di spareggi”.

Mattia Pastorino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium