/ Calcio

Calcio | 12 marzo 2019, 16:30

Calcio, Seconda Categoria. La Vadese pareggia e cede il secondo posto al Sassello, Antonio Marotta: "Non un grande periodo, ma ce la giocheremo a viso aperto fino alla fine"

Finisce 1 a 1 contro il Dego

Calcio, Seconda Categoria. La Vadese pareggia e cede il secondo posto al Sassello, Antonio Marotta: "Non un grande periodo, ma ce la giocheremo a viso aperto fino alla fine"

La Vadese si fa controsorpassare dal Sassello, in una lotta per il secondo posto sempre più nel vivo del suo fascino. Gli uomini di mister Saltarelli non vanno oltre l’1 a 1 contro il Dego e scendono dunque in terza piazza. Alla rete di Domeniconi dal dischetto in apertura di secondo tempo risponde Antonio Marotta, al terzo centro in due gare consecutive. E’ proprio l’esperto attaccante classe 1979 a commentare l’incontro:

“Domenica abbiamo fatto una prestazione altalenante. Nella prima mezz’ora non siamo stati bravi a concretizzare le occasioni create e nel finale di primo tempo siamo andati in difficoltà. Ripartire con un’espulsione e un rigore contro ci avrebbe potuto tagliare le gambe ma invece non ci siamo scoraggiati e abbiamo reagito realizzando il goal del pareggio.”

Un inizio di avventura con la maglia della Vadese fantastico per l’ex Bragno: “Ho trovato un ambiente ottimo, in cui mi hanno accolto come se fossi un professionista. Non ci manca nulla e questo ci permette di lavorare molto bene. Sono felice per questo mio inizio, ma certamente gran parte del merito è della squadra, che mi permette di stare vicino alla porta e segnare. Spero di ripagarli con buone prestazioni, con la voglia e la passione che ci metto tutte le domeniche.”

L’obiettivo della neonata società azzurro-granata sono i playoff: “Dobbiamo cercare di raggiungere la matematica certezza il prima possibile. Il Sassello è un osso duro e sarà decisivo lo scontro diretto per sapere chi giocherà in casa la sfida spareggio. Per noi non è un grande periodo a causa dei numerosi infortuni e delle squalifiche, ma ce la metteremo tutta, ce la giocheremo a viso aperto fino alla fine.”

Gabriele Siri

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium