/ Calcio

Calcio | 13 marzo 2019, 11:15

Calcio, Baia Alassio. Panuccio tra playoff e futuro: "Giusto credere agli spareggi promozione. Il mio nome gettonato? Fa piacere, ma penso in giallonero"

Calcio, Baia Alassio. Panuccio tra playoff e futuro: "Giusto credere agli spareggi promozione. Il mio nome gettonato? Fa piacere, ma penso in giallonero"

E' stato un cambio di marcia perentorio quello della Baia Alassio nel corso del girone di ritorno del campionato di Prima Categoria: ben sei vittorie su sette partite hanno permesso ai gialloneri di installarsi al quinto posto in classifica.

L'appetito vien mangiando per il ds Marcello Panuccio? Sicuramente sì, anche perchè il nome del direttore sportivo delle vespe è sulla lista di non poche squadre in vista della prossima stagione.

Direttore, la squadra sembra aver fatto un cambio di passo importante, soprattutto a livello mentale.

"L'inizio del campionato è stato molto particolare, con tanti giocatori nuovi arrivati nel corso dell'estate e un equilibrio di spogliatoio fisiologicamente da costruire. Fare calcio in Prima Categoria non è nemmeno facile, ma  questo tipo di filosofia sapevo che alla lunga avrebbe portato i suoi frutti. Bisogna anche dire che la squadra ha trovato una propria consapevolezza ed è stata capace di portare a casa dei successi anche quando non si è espressa al meglio sotto il profilo del gioco, cosa che fino a qualche settimana fa non ci era mai successa. Anche il supporto della società si sta rivelando determinante".

Via Iurilli e dentro un allenatore "pane e salame"?

"Assolutamente no - scherza Panuccio - con il mister c'è un rapporto molto saldo, sia sotto il profilo umano che tecnico. Credo ci sia stata da parte sua la giusta intelligenza nel portare avanti alcune accortezze, a seconda del tipo di partita: la fortuna nel calcio conta, ma bisogna fare il possibile per farla girare dalla propria parte".

Quella con lo Speranza può essere considerata una partita bivio?

"E' sicuramente importante, spiace solo non affrontarla con 7-8 giocatori del nostro organico. Recentemente le nostre vittorie sono "arrivate" tutte dalla panchina, a testimoniare l'omogeneità del'organico e la voglia di tutti i ragazzi di poter dare il loro contributo".

Chiudere il campionato senza playoff potrebbe essere un traguardo comunque soddisfacente?

"Per una neopromossa e per una squadra giovane come la Baia sarebbe una vittoria arrivare anche sesta, ma ora come ora è giusto crederci, non tanto per lasciarsi andare a frasi fatte, ma proprio per la consapevolezza che i ragazzi hanno saputo accrescere risultato dopo risultato. Credo comunque che il traguardo finale dipenda quasi esclusivamente da noi visto l'elevato numero di scontri diretti che avremo fino al termine della stagione".

Il nome di Marcello Panuccio sta circolando con insistenza tra i club ponentini.

"Gli attestati di stima fanno piacere, ma penso alla Baia com'è giusto che sia. Le luci dei riflettori devono essere dei ragazzi".

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium