/ Calcio

Calcio | 14 marzo 2019, 12:10

Calcio, Alassio FC. Serenità e determinazione per Simone Lupo: "Basta regalare punti, con Pietra e Rapallo ci giochiamo una fetta importante di stagione"

Calcio, Alassio FC. Serenità e determinazione per Simone Lupo: "Basta regalare punti, con Pietra e Rapallo ci giochiamo una fetta importante di stagione"

Interpretare la stagione dell'Alassio FC risulta particolarmente difficile, anche alla luce dei semplici dati statistici raccolti nella stagione di esordio in Eccellenza: 24 partite giocate, 45 gol fatti e 51 gol subiti, con il secondo miglior attacco e la seconda peggior difesa del torneo.

Sintomo di una squadra ancora alla ricerca del proprio equilibrio tattico e psicologico, come confermato dalla partita di domenica scorsa contro la Sammargheritese, pareggiata 2-2.

L'ennesima occasione persa, come conferma Simone Lupo, autore al 95' del definitivo pareggio.

 

Simone, riuscire a decifrare l'Alassio è quasi impossibile.

"Bisogna guardare in faccia alla realtà: se non avessimo pareggiato con la Sammargheritese saremmo in piena zona playout. Purtroppo per l'ennesima volta non siamo stati in grado di condurre in porto il vantaggio, lasciando per strada punti preziosi: è un peccato perchè avremmo potuto guardare alle ultime giornate di campionato con molta più serenità".

 

Quanto può essere pericoloso per una squadra come la vostra ritrovarsi nella lotteria dei playout?

"Bisogna pensare positivo, ma non per partito preso. Questa squadra ha dimostrato di avere le potenzialità per giocarsela davvero con tutti, motivo per cui non dobbiamo lasciarci prendere da ansie o preoccupazioni. Sarà fondamentale concentrarsi al meglio per affrontare Pietra Ligure e Rapallo: con tutta probabilità nei prossimi 180 minuti si deciderà il nostro destino".

 

Sotto il profilo personale resta una stagione a dir poco ottima, con 12 reti realizzate.

"Avrei preferito qualche gol in meno, ma un pizzico di tranquillità in più. Detto questo è vero, a questi livelli bisogna forse tornare alle stagioni con l'Andora per trovare numeri simili. L'auspicio è di poterli ulteriormente migliorare e festeggiare la permanenza in quella categoria che, tutti insieme, abbiamo lottato per conquistare".

Lorenzo Tortarolo

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium