/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | 18 marzo 2019, 18:50

Calcio, Iniziative Virtuose: “Calcerò” ha letto il futuro dei giovani talenti

Calcio, Iniziative Virtuose: “Calcerò” ha letto il futuro dei giovani talenti

Nel giorno di riposo del prestigioso Trofeo Beppe Viola, lunedì 11 marzo dalle 19,30 presso il Casinò di Arco si è svolto il tradizionale approfondimento dedicato ai vivai, un clinic in cui si sono analizzate le reali prospettive di carriera per i giovani atleti. Ne hanno parlato Damiano Tommasi (presidente nazionale dell'AIC), Maurizio Viscidi (coordinatore tecnico delle Nazionali Giovanili Figc), Andrea Pretti (procuratore sportivo internazionale di spicco) e Guglielmo Longhi (giornalista della Gazzetta dello sport). Ormai da tre anni è divenuto un appuntamento molto atteso dagli addetti ai lavori che nel clima d'attesa che precede la finalissima vivono l'evento come momento di analisi e di approfondimento sui temi del calcio giovanile, di cui la rassegna arcense rappresenta da quasi cinquant’anni una manifestazione di grido. Quest’anno peraltro gli organizzatori  hanno beneficiato del patrocinio dell’Associazione Italiana Calciatori che sta portando all’interno della manifestazione contenuti particolarmente importanti. “Diventare calciatore: un sogno, non un’ossessione” è stato il tema del dibattito, moderato come sempre con maestria da Elio Proch. E' toccato a Damiano Tommasi dare il primo input significativo: l’ex centrocampista azzurro ha rappresentato infatti lo scenario reale del calcio giovanile e le concrete prospettive di carriera ad alto livello per gli atleti che comunque fanno parte dei settori giovanili di società di primo piano. “Pochissimi ce la fanno ad arrivare – ha spiega Tommasi ai ragazzi dell'Atalanta e del Milan oltre che alla numerosa platea – e questo è un ottimo motivo per aiutare i giovani atleti ad affrontare la propria esperienza nell’attività giovanile in modo corretto: questa fase di maturazione e di crescita è estremamente importante sia laddove esista una prospettiva di carriera, sia nel caso in cui il loro futuro debba svilupparsi in altri settori. Non è raro il caso di giocatori assai promettenti in età giovanile che poi hanno trovato la propria realizzazione professionale al di fuori dello sport. Bisogna fare molta attenzione perchè oggi si stanno perdendo di vista le persone che ci sono dietro ai giovani calciatori". Alla trattazione dell'argomento ha dato il proprio contributo anche Maurizio Viscidi secondo il quale " non è assolutamente vero che non si debba essere intelligenti per giocare al calcio, ma anzi che questa sia una dote indispensabile". Per Pretti la collaborazione tra famiglia, scuola e club è indispensabile visto che solo un atleta fra quarantamila diverrà professionista e che pertanto merita lavorare su due fronti per garantirsi un futuro.Infine Longhi che scrive per una testata che si occupa spesso dei fenomeni legati alle next generation ha posto in risalto il fatto che la vera discriminante fra che ce la fa ad esplodere e chi no, anche nel calcio come in altri sport, sono le qualità morali ed intellettive al di sopra del talento di base. La bella serata che è stata aperta dai saluti del presidente del Comitato Organizzatore Marco Benedetti e di Sandro Morgana, vicepresidente della LND e responsabile del Dipartimento Femminile si è conclusa con il conferimento del premio allenatore regionale a Sandro Merz. Fra gli invitati d'onore il talent scout Felicino Vaniglia che ha rappresentato degnamente con qualità e la professionalità l'eccellenza culturale del calcio ligure : " Penso che sia emersa a chiare lettere l'esigenza fondamentale di formare persone ancor prima che calciatori. Bisogna saper motivare i ragazzi a cogliere ogni dettaglio, al fine di crescere dentro e fuori dal campo. Meno illusioni e meno bugie specie da parte di chi avvicina i giovani alimentando false aspettative. Non cedere alle facili illusioni è il primo dribbling da cercare : fidatevi del consiglio".

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium