/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | 19 marzo 2019, 18:55

Calcio, Eccellenza. Figone salva la Cairese, ma col Busalla è solo pari: “Affrontata una squadra molto forte”

Dal campo di Serra Riccò i gialloblu non riescono a bissare il successo di sette giorni prima e perdono contatto con la vetta: “Peccato, ma lotteremo fino alla fine. Qui ci sono tutti i presupposti per fare bene”

Figone, a destra, in azione contro l'Alassio FC (foto realizzata da Silvano Baccino, ASD Cairese)

Figone, a destra, in azione contro l'Alassio FC (foto realizzata da Silvano Baccino, ASD Cairese)

Un assist ed una prestazione maiuscola lo scorso turno in casa contro il Finale, un’altra buona prova ed un gol “salvagente” nell’ultima giornata sul campo del Busalla.

Sono questi i numeri del marzo fortunato di Pier Francesco Figone, che con un tiro da fuori in chiusura di primo tempo insaccatosi alle spalle di Canziani ha evitato alla Cairese la capitolazione in una domenica che comunque lascia dell’amaro in bocca.

Il gol è una bella soddisfazione personale logicamente - esordisce Figone - quello che purtroppo non è stato il massimo è il risultato. C’è da dire che affrontavamo un avversario veramente forte, per il quale non mi spiego onestamente l’attuale classifica visto il reparto avanzato da prime cinque posizioni della classe forse. I tre punti con i risultati maturati domenica ci avrebbero permesso di accorciare sulle prime due posizioni, ma questa squadra è stata costruita per lottare fino in fondo”.

Senza la seconda vittoria consecutiva i valbormidesi scivolano infatti a meno sei dal secondo posto, l’ultimo a valere qualcosa. Il cammino è ancora lunga, ma ragionare a lungo termine è l’obbiettivo dei ragazzi di Solari: “Ci proveremo fino all’ultima giornata, quando avremo lo scontro casalingo col Vado, ma qui si sono gettate le basi per lavorare bene anche oltre questa stagione. Il mister vive per il calcio, è uno molto preparato, e la società lavora veramente bene”.

Il pensiero va quindi al futuro per un Figone che segue anche le sorti delle sue ultime due squadre: “A Imperia ho lasciato un gruppo fantastico. Per il Finale mi auguro che si riesca ad invertire questo trend negativo, gli uomini per farlo ci sono tutti”.

Mattia Pastorino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium