/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | 20 marzo 2019, 10:32

Calcio, Promozione. Il cambio di mentalità c'è, ora il Ceriale di Degola crede nella salvezza

"Rispetto al girone d'andata la squadra è cresciuta, anche se a volte si è peccato di poca malizia". Il punto del diesse biancoblu a cinque giornate dal termine della stagione regolare.

Calcio, Promozione. Il cambio di mentalità c'è, ora il Ceriale di Degola crede nella salvezza

Due vittorie consecutive non si vedevano in quel di Ceriale da ormai due mesi, quando i biancoblu conquistavano l'intera posta in palio negli scontri diretti con Celle e Voltrese.

Contro il Legino la formazione allestita dal direttore sportivo Marco Degola è riuscita però a far fruttare al massimo i due impegni casalinghi consecutivi, staccando il Mignanego e raggiungendo il terzultimo posto, ad un passo da Celle e Sanstevese.

Direttore, questi sei punti delle ultime due giornate sono una vera boccata d'ossigeno.
"Si trattava di risultati diventati ormai d'obbligo, altrimenti le cose si sarebbero fatte veramente difficili. Dopo il mercato ambivamo a conquistare qualche punticino in più in scontri diretti come col Mignanego, dove in palio c'erano punti fondamentali anche per il proseguo della stagione".

Cosa cambierebbe nelle partite passate? In cosa avete peccato? 
"Ci siamo letteralmente mangiati dei punti di troppo, vuoi per qualche torto arbitrale di cui abbiamo già parlato, vuoi per qualche volta in cui ci siamo dati la zappa sui piedi da soli, anche puniti dalla nostra stessa paura di perdere e dalla mancanza di malizia nei finali di gara. Bastava anche solo qualche punticino in più. Il calcio però è così e non possiamo più guardare a quello che è stato, piuttosto pensiamo alle prossime partite".

A dicembre poi la svolta, tra il mercato e l'arrivo in panchina di Biolzi.
"Da quando è arrivato il mister ha subito percepito, da uomo di grande esperienza nel calcio qual è, il potenziale della rosa, ed è stato molto positivo. Rispetto all'andata siamo cresciuti, chiunque contro di noi ha sudato ogni punto".

Ora vi attendono tre partite complicate: Dianese&Golfo, poi Loanesi e Ospedaletti. 
"Ora il gioco si fa duro, diventa interessante e obbligatorio guardare anche agli altri campi. Partite facili non ce ne sono: la Dianese cercherà punti salvezza, con la Loanesi è un derby e poi nelle ultime tre vedremo. Certo che quei punti persi con le dirette concorrenti pesano, dovremo gioco forza andarli a prendere in qualche gara dove magari nelle tabelle segnavi uno zero nei punti fatti. I risultati però ci stanno dando sempre più fiducia".

Mattia Pastorino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium