/ Volley

Che tempo fa

Cerca nel web

Volley | 02 aprile 2019, 10:50

Volley. Finale campione territoriale con l'Under 14 femminile

Nel racconto di Alberto Calandriello sul sito ufficiale del sodalizio gialloblu la trionfale giornata vissuta dalle ragazze guidate da Andrea Casanova. E c'è una dedica speciale.

Volley. Finale campione territoriale con l'Under 14 femminile

Dopo una stagione trionfale, che ha visto le ragazze dell'Under 14 femminile del Volley Team Finale chiudere la regular season a punteggio pieno, per le giovani pallavoliste del sodalizio guidato dal presidente Stefano Schiappapietra è arrivato anche il titolo territoriale.

Ecco come Alberto Calandriello, genitore e scrittore, ha raccontato sulle pagine del sito della società finalese la giornata vissuta dal team di coach Andrea Casanova:

"Un cantante americano anni fa, parlando di giorni di gloria, sperava, una volta diventato vecchio, di non passare troppo tempo a pensare agli antichi fasti di un tempo.

Permetteteci di non essere d'accordo, permetteteci di sperare che le ragazze dell'Under 14 2018\19 portino la data del 31\03\19 per sempre nel loro cuore, nella loro crescita, come ricordo, ma soprattutto come esempio e dimostrazione.

Perchè in questa data, tra San Bartolomeo al Mare e Diano Castello, le ragazze di Coach Casanova non hanno “solo” vinto il titolo interprovinciale di categoria, ma hanno vissuto sulla loro pelle e costruito con le loro mani una pagina importante prima di tutto per la loro crescita come donne e persone.

Arrivate alla final four con gli ovvi favori del pronostico, inevitabili per chi conclude un campionato a punteggio pieno, hanno dimostrato di saper giocare, soffrire e affrontare le difficoltà come un vero gruppo, unito in campo, come in panchina, come sugli spalti, dove la tifoseria finalese, pur in minoranza, non ha smesso un secondo di incitare le proprie ragazze.

Una giornata, quella del 31 marzo, che sublima un cammino che ha avuto inizio forse giusto un anno fa, quando la stessa compagine, con l'aggiunta non da poco di Scaramozzi ed Arnautu era arrivata seconda, sconfitta dalla corazzata Albenga, ma con la consapevolezza che le basi per un futuro radioso fossero state gettate proprio in quel campionato e in quelle finali, dove di nuovo fecero vivere ai loro tifosi partite memorabili, come la doppia vittoria contro le due squadre di Sanremo.

Un blocco già collaudato, con un anno di esperienza alle spalle, che oggi raccoglie i frutti di una stagione strepitosa, senza sconfitte e con un totale di set persi che si contano sulle dita di una mano.

Entrando nel dettaglio, il capolavoro della squadra di "Casa" si compie principalmente al mattino, contro il VBC Savona, arrivato con la seria intenzione di interrompere la striscia di vittorie finalesi e che grazie ad un inizio a dir poco balbettante del VT vinceva senza patemi il primo set.

Da questo momento, le ragazze si sono strette le une alle altre, dimostrando prima di tutto una grande forza mentale, che ha permesso loro di risalire da quello che poteva essere un pericoloso buco nero, riscattandosi subito nel set successivo e piegando la tenacia savonese anche nei restanti due.

Una vittoria del gruppo quindi, dentro e fuori dal campo, come si è visto nella lunga attesa prima della finalissima, quando tra una torta salata ed un budino, genitori e amici hanno fatto “blocco” insieme alla squadra, rinfrancandola e trasmettendole fiducia.

Proprio grazie alla fiducia in se stessa, la banda di Capitan Berruti è scesa in campo contro il Sanremo tranquilla e sicura, con quel pizzico di sfrontatezza di chi, forse sfavorito dal pronostico, sa di aver già comunque raggiunto l'obbiettivo delle semifinali regionali.

Una partita giocata in maniera praticamente perfetta, a parte i comprensibili momenti in cui tirare il fiato, 3 set mai davvero in discussione ed una vittoria che non lascia spazio a recriminazioni.

Di nuovo il carattere, di nuovo il gruppo, di nuovo la forza di sapersi tirar fuori dai momenti difficili combattendo su ogni palla, come una sola cosa, chi era in campo, chi scatenata faceva il tifo in panchina e chi invece lo faceva sulle gradinate del palazzetto di Diano Castello; un'unità di intenti che regala alla società finalese un titolo meritato e la consapevolezza di avere un gruppo su cui poter puntare.

Eccoli, i nomi delle campionesse interprovinciali, che porteranno per sempre nel cuore la gioia e la soddisfazione di aver costruito qualcosa di prezioso:

Anna Berruti, Giada Cattaneo, Paola Castellino, Ludovica Calandriello, Ludovica Corna, Giorgia Perata, Chiara Angeleri, Sara Robatto, Greta Dicati, Sara Delbalzo, Natalia Chiarelli, Alessia Benini.

Lasciate che concluda la cronaca di questa giornata campale, dedicando un pensiero ad una giovane giocatrice, che con la maglia numero 8 oggi dal Paradiso ha fatto sicuramente il tifo per noi, ciao Alessia, questa è anche una tua vittoria".

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium