/ Calcio

Calcio | 13 luglio 2019, 12:20

Calcio, Albissola. Strappo tra tifosi e famiglia Colla, il comunicato di Zueni e Vecchi Gradoni

Calcio, Albissola. Strappo tra tifosi e famiglia Colla, il comunicato di Zueni e Vecchi Gradoni

E' arrivato al punto più basso il rapporto tra la tifoseria dell'Albissola e la famiglia Colla.

In mattinata è arrivato infatti un comunicato congiunto da parte degli "Zueni" e del gruppo "Vecchi Gradoni".

Ecco quanto scritto dai sostenitori biancazzurri.

"La situazione della nostra Albissola ormai è ben chiara e definita a tutti. Per questo rompiamo il silenzio per fare l'appunto su alcune situazioni importanti.

Innanzitutto tutte le promesse della famiglia Colla relative allo stadio in loco si sono rivelate estremamente false: se vi era davvero la volontà di farlo il comune di Albisola Superiore era propenso da tempo ad agire, secondo le dovute tempistiche procedurali relative al caso. In assenza di ciò, non è neppure stato trovato un accordo in un'altra piazza in cui giocare anche a medio/lungo termine, dopo un anno di tempo a disposizione.

Senza voler parlare di cifre relative ad ogni trattativa, la volontà di portare avanti questa realtà in Serie C non vi è stata. Questa è la spiegazione a tutti i discorsi che sono stati in ballo negli ultimi due mesi. False promesse e un atteggiamento irrispettoso verso una piazza che non ha mai preteso grandi risultati o strutture.

Per non finire, dopo la grande bufera per la mancata iscrizione, ci è stato chiesto di aderire alla fusione per riniziare il percorso dall'Eccellenza. Un'idea già malata di suo, ma ancor più in una piazza nella quale non vogliamo nulla con cui aver a che fare, data la situazione completamente contrastante per amicizie e rivalità.

Ci ritroviamo ora in una situazione in cui non sappiamo neppure se potremo iscriverci al campionato di Seconda Categoria, poichè fino a prova contraria la famiglia Colla ha l'idea di rimanere qui, ma senza esporre le proprie intenzioni.

L'Albissola però non è un giocattolo. L'Albissola è il nostro ideale, il nostro credo. Quella per cui saremmo disposti a tutto e per tutto pur di difenderla. Proprio per questo, a difesa del nome, della dignità e di alcuni valori che abbiamo nel sangue, entriamo in contestazione totale con la società.

I tre anni precedenti a questo sono stati fantastici e non potremmo mai sputare in quel piatto. Ma la situazione è completamente cambiata: non sono più gradite nella nostra piazza persone che non rispettano chi davvero ha nel cuore l'Albissola.

Ci auspichiamo di ripartire dalla Seconda Categoria ed intraprendere un percorso di ricrescita, ma consci di aver preso decisioni coerenti con la nostra mentalità e di aver salvaguardato la nostra identità.

Vai ad Albenga e restaci, Colla vattene!"

comunicato stmapa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium