/ Calcio

Calcio | 21 luglio 2019, 18:30

Calcio, Rocchettese. Simone Ferrero tra dubbi e scelte difficili: "Rimanere è stata una scelta di cuore, in curva largo ai giovani"

Calcio, Rocchettese. Simone Ferrero tra dubbi e scelte difficili: "Rimanere è stata una scelta di cuore, in curva largo ai giovani"

Non è stato un campionato agevole, sotto molteplici punti di vista, quello che ha dovuto affrontare la Rocchettese. Ora è arrivata però l'opportunità di resettare tutto per la dirigenza rossoblu, a partire da uno degli elementi più rappresentativi della società: Simone Ferrero.

 

Quella passata è stata una stagione travagliata, con soli 16 punti totalizzati. Urge un pesante intervento sul mercato?

"È stata in assoluto la stagione più travagliata che abbia vissuto da dirigente, ma ciò nonostante in passato abbiamo vissuto tempi assai più bui. Ciò che è successo ha varie sfaccettature: abbiamo sicuramente sbagliato tutti dopo la stagione precedente con la zona play off ad un soffio, abbiamo pensato di alzare l'asticella dando la possibilità alla Rocchettese di poter contare su alcuni giocatori di maggiore qualità.

Un passo in avanti che ha influito sulla carta ma non sul campo e la risposta a tutti coloro che si sono chiesti perché una squadra simile avesse così pochi punti sta nella mentalità sbagliata che si ha avuto, nella maniera sbagliata in cui abbiamo approcciato al campionato e nella mancanza di unione. In più se ci si unisce l'esonero di mister Pansera, gli infortuni, le squalifiche e gli episodi ecco il risultato finale.

Ciò nonostante non vi è alcuna necessità di dover rivoluzionare la squadra al completo o intervenire pesantemente sul mercato: alcuni giocatori hanno preso strade diverse ed alcuni non prenderanno parte a quello che sarà il nuovo progetto. Sono stati confermati invece giocatori dai valori e qualità importanti da cui ripartire; interverremo sicuramente sul mercato andando a ricoprire le pedine mancanti. L'obiettivo primario sarà consolidare un gruppo capace di usare un'arma in più nei momenti del bisogno: lo spirito di squadra. Questa è sicuramente una carta che può risultare determinante".

 

Quali caratteristiche hanno i giocatori che cercate?

"Le caratteristiche fondamentali sono le più importanti di tutte: qualità tecnica, spirito di squadra, capacità di aggregazione e persone capaci di dare il massimo per la nostra maglia".

 

Come mai la scelta di confermare mister Sonaglia?

"Sonaglia non è stato confermato al momento, ci potrebbero essere varie problematiche lavorative che potrebbero portarlo lontano dal campo. Comunque ci stiamo muovendo per poter garantire alla squadra di avere un allenatore all'altezza del nostro obiettivo".

 

Avete perso Carta, uno dei vostri elementi più rappresentativi:

"L ha vista come un occasione personale di potersi giocare ancora una volta la prima categoria, a lui va il nostro miglior in bocca al lupo, un domani tornerà con un esperienza in più". 

 

Quale traguardo vi ponete?

"L'obiettivo principale è quello di ricreare l'ambiente giusto per poter lavorare bene con entusiasmo e determinazione; per fare ciò servirà grande umiltà, spirito di sacrificio e duro lavoro, ma sono certo riusciremo a raggiungere questo risultato. L'obiettivo sul campo sarà valutato in corso d'opera".

 

Non vedremo più Simone Ferrero in una duplice veste?

"Nonostante alcune divergenze ho scelto col cuore di rimanere: la mia testa diceva altro. A Michele va il mio più grande in bocca al lupo, è un fratello, come ho già detto a lui stesso non ho accettato la sua decisione ma la rispetto.

Sono qua per cercare ancora di dare un contributo alla squadra del mio cuore, in futuro si vedrà. La mia scelta di abbandonare la tifoseria è strettamente professionale, ora ho modo di dedicarmi interamente al mio ruolo senza problemi, largo ai giovani tifosi, spero che qualcuno prenda il mio posto e faccia grande quella che è stata la nostra casa per anni: la curva Saffirio.

Voglio ringraziare con il cuore tutti i tifosi che continueranno a sorreggerci e tutti i nostri giocatori che hanno confermato la loro presenza per la prossima stagione. Un grazie invece a colui che è stato motivo di sprono nei momenti di difficoltà, colui a cui ho promesso una cosa che cercherò di mantenere al limite delle mie possibilità: Saffo".

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium