Calcio - 14 agosto 2019, 18:56

Le emozioni di Davide Capello a un anno dal crollo del Ponte Morandi: "Fa male pensare a chi non ce l'ha fatta"

"Ho realizzato i sogni che avevo nella mia vita, certe mattine mi alzo molto felice"

Le emozioni di Davide Capello a un anno dal crollo del Ponte Morandi: "Fa male pensare a chi non ce l'ha fatta"

Un anno è passato da quel maledetto 14 di agosto, giorno in cui la tenuta strutturale del Ponte Morandi venne meno

Chi stava attraversando il viadotto genovese in quell'istante è Davide Capello, ex portiere di Cagliari, Savona e Legino ed oggi preparatore nel Settore Giovanile del Genoa.

Capello stamane era presente alla commemorazione che si è tenuta a Genova ed è stato intervistato da Michele Corti, giornalista di Newsmediaset:

"Vedere il ponte che non c'è più e al contempo i lavori per la ricostruzione genera un'emozione particolare, ma soprattutto fa male pensare a chi, un anno fa, non ce l'ha fatta.

Come ho passato l'ultimo anno? Ho provato in parte a distaccarmi,  dovendo sistemare alcune cose nella mia vita, dato che, quanto accaduto, ha lasciato inevitabilmente degli strascichi."

Il futuro però è ricco di speranza per Davide.

"Da bambino avevo un sogno: fare il calciatore e il pompiere, due sogni che ho avuto la fortuna di realizzare. Certe mattine mi sveglio e mi sento molto felice".

 

Per guardare l'intervista CLICCA QUI

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
SU