/ Motori

Motori | 29 settembre 2019, 15:01

Formula 1. Gira male la roulette russa per la Ferrari, il ritiro di Vettel favorisce la vittoria di Hamilton. Leclerc solo terzo

Per il monegasco un podio dal sapore amaro

Foto Ferrari

Foto Ferrari

Gira male la roulette russa per la Ferrari. La potenziale doppietta rossa si trasforma in una doppietta Mercedes, che blinda ulteriormente un mondiale che neanche in caso di dominio russo a Sochi si sarebbe potuto riaprire, almeno oggi. 

Al via Sebastian Vettel piazza una zampata da campione, superando Leclerc e Hamilton partiti dalla prima fila. Le due Ferrari conducono il Gran Premio per metà gara, e come a Singapore al box viene richiamato prima il pilota più indietro in classifica, ovvero Leclerc. Quattro giri dopo è il turno di Vettel, che si ritira due tornate dopo il pit per un problema alla sua monoposto dando la svolta alla gara: Hamilton si ferma sotto Virtual Safety Car ed esce davanti a Leclerc (che dopo le soste dei piloti Ferrari era tornato davanti a Vettel), la Ferrari richiama il monegasco ai box per rimontare la gomma rossa ma facendogli perdere la seconda posizione a vantaggio dell'altra Mercedes di Bottas.

Dopo la Safety Car, Leclerc prova inutilmente a riprendersi il secondo posto su Bottas, senza mai riuscire a insidiarlo davvero. Mentre Hamilton si invola verso il successo, confermando la pista russa terra di conquista esclusiva della Mercedes, vincitrice di tutte e sei le edizioni. Per il monegasco è un altro podio, ma dal sapore particolarmente amaro. 

 

Federico Bruzzese

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium