/ Calcio

Calcio | 08 ottobre 2019, 11:00

Calcio. Vado, Marc Tona festeggia le cento presenze in maglia rossoblù: "Raggiungere questo traguardo in Serie D è stato ancora più emozionante"

"Io difensore centrale? Per questi colori posso giocare in qualsiasi ruolo, ne ho parlato con il mister e mi sono messo subito a disposizione"

Marc Tona in azione nel derby contro il Savona

Marc Tona in azione nel derby contro il Savona

Aveva già debuttato in Serie D cinque anni fa con la maglia del Vado, ma le ultime due partite giocate da titolare contro Savona e Ligorna hanno regalato a Marc Tona sensazioni a dir poco uniche. 

Il centrocampista rossoblù, schierato da mister Tarabotto nell'inedito ruolo di difensore centrale viste le assenze di Scannapieco e Castaldo, ha fornito prestazioni di assoluto valore, tagliando il traguardo delle cento presenze con la maglia rossoblù: "Ho vissuto due settimane molto intense - racconta con grande entusiasmo il giocatore cresciuto proprio al "Chittolina" - giocare dal primo minuto il derby con il Savona, una delle gare più attese di tutto l'anno, è stato davvero emozionante e per certi versi inaspettato, così come festeggiare le cento partite con questi colori, che sento ormai cuciti addosso". 

"Come è nata l'idea di giocare difensore centrale? In primis per necessità del mister e della squadra - aggiunge Tona - dal mio naturale ruolo di centrocampista mi ero adattato qualche volta come terzino, senza mai sperimentare il ruolo di centrale difensivo. Ne ho parlato con tutto lo staff mettendomi subito a disposizione dei compagni, d'altronde per la maglia del Vado sono pronto a giocare in qualsiasi posizione. L'intesa con Redaelli? Nasce tutto dalla grande amicizia che abbiamo fuori dal campo. Non siamo due difensori, ma con grinta ed entusiasmo cerchiamo di dare sempre il massimo".  

Un Vado che sembra aver invertito il trend negativo delle primissime giornate, con quattro punti raccolti nelle ultime due sfide: "Un bottino importante che ci ha permesso di migliorare la classifica e di ritrovare quella fiducia necessaria per poter proseguire con maggior serenità la stagione. Anche con il Ligorna abbiamo giocato una buona partita, dalla quale avremmo probabilmente meritato di portare a casa qualcosina di più. Ci teniamo stretto il punto continuando a lavorare a testa bassa: domenica arriva il Fossano, un scontro diretto che non bisogna assolutamente fallire".

Paolo Garassino

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium