/ Motori

Motori | 13 ottobre 2019, 08:37

Formula 1. In Giappone, Ferrari dal sogno all'incubo: prima fila in qualifica, ma Leclerc alla fine è solo settimo. Vince Bottas su Mercedes

Un contatto con Verstappen alla seconda curva e il danneggiamento dell'ala anteriore compromettono la gara del monegasco. Sesto al traguardo, Leclerc penalizzato di 15 secondi perde una posizione

Foto Ferrari

Foto Ferrari

Si sono condensate tutte nella notte italiana le emozioni del GP di Formula 1 del Giappone in programma a Suzuka, con le qualifiche e la gara disputate a 4 ore di distanza visto l'annullamento della giornata di ieri per la presenza sul territorio giapponese del tifone Hagibis.

Una qualifica magica per la Ferrari, che dopo le difficoltà del venerdì piazza una prima fila tutta rossa con Vettel autore di una pole incredibile davanti al monegasco Charles Leclerc.

La gara, però, racconta tutta un'altra storia: Vettel scatta male in partenza, anticipando lo start ma senza subire penalità: l'avvio difettoso gli costa la posizione a favore della Mercedes di Bottas, mentre Leclerc alla seconda curva rimane coinvolto in un contatto con la Red Bull di Verstappen: ala danneggiata, primo pit stop anticipato, e corsa compromessa.

Il monegasco termina sesto, dopo un Gran Premio passato a rincorrere. Vince Bottas davanti a Vettel e a Hamilton, con la Mercedes che si laurea Campione del Mondo Costruttori per la sesta stagione consecutiva. Quasi due ore dopo la fine della corsa, il monegasco riceve una penalità complessiva di 15 secondi per il contatto con la Red Bull e per non essersi fermato subito con l'ala visibilmente danneggiata. 

Federico Bruzzese

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium