/ Calcio

Calcio | 12 novembre 2019, 17:40

Calcio, Prima Categoria. Un Millesimo che non finisce di stupire abbatte anche il Baia Alassio, Giovanni Rovere: "Regalare il successo con una doppietta è fantastico. Campionato? Molto equilibrio, noi vogliamo sognare"

Due vittorie e tre pareggi, i giallorossi ancora imbattuti in campionato

Calcio, Prima Categoria. Un Millesimo che non finisce di stupire abbatte anche il Baia Alassio, Giovanni Rovere: "Regalare il successo con una doppietta è fantastico. Campionato? Molto equilibrio, noi vogliamo sognare"

Il Millesimo conquista un altro straordinario successo contro una delle candidate alla vittoria finale e resta, insieme al Soccer Borghetto, imbattuta nel campionato di Prima Categoria A. Contro il Baia Alassio è la doppietta di Giovanni Rovere a decidere il match. E’ proprio l’attaccante valbormidese ad intervenire e a parlarci di questo inizio di stagione:

“E’ stata una partita molto equilibrata, giocata senza paura da entrambe le formazioni. Siamo stati forse più propositivi in fase offensiva e bravi a capitalizzare quanto creato. Penso che al termine dei 90 minuti sia il risultato più giusto, che ci lancia sempre più in campionato. Sono molto soddisfatto per la doppietta e sono estremamente felice per aver permesso alla mia squadra di centrare i tre punti. In questo genere di gare serve la massima concentrazione perché le partite non si possono mai definire finite fino al triplice fischio finale.”

Un campionato anomalo, dove mancano sia le ammazza campionato che le cosiddette squadre “cuscinetto”: “Sarà una stagione molto equilibrata” – prosegue l’attaccante – “Anche noi da neopromossi possiamo dire la nostra visto che non ci sono veri e propri squadroni. Il nostro obiettivo principale resta comunque quello della salvezza, ma non costa nulla sognare anche un po’. Quel che è certo è che i punti dobbiamo farli ora, a fine campionato, quando saranno molte le squadre con l’acqua alla gola, sarà molto più difficile vincere. Concludo dicendo che domenica è stata anche importante la reazione avuta all’ennesimo lutto che ci ha colpito in questa stagione, perdere una persona cara in tutto il paese non è stato facile, a maggior ragione se legata ad un nostro compagno di squadra. Questo successo è anche per lei oltre che per mister Amendola.”

Gabriele Siri

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium