/ Calcio

Calcio | 16 novembre 2019, 15:40

Calcio. Incontro tra l'Aic e i calciatori del Savona stamattina a Quiliano. Delucis: "E' arrivato il momento della chiarezza"

"I giocatori sono disorientati dopo le dimissioni dell'ex presidente Patrassi"

Calcio. Incontro tra l'Aic e i calciatori del Savona stamattina a Quiliano. Delucis: "E' arrivato il momento della chiarezza"

E' stata una mattinata di confronto, al "Picasso" di Quiliano, tra il referente dell'Associazione Italiana Calciatori, Alessandro Delucis e i giocatori del Savona Calcio.

L'occasione è stata utile per ascoltare i tesserati biancoblu e il loro punto di vista sugli ultimi sviluppi societari.

 

Delucis, in merito alle vertenze presentate, relative alla scorsa stagione, ci sono novità?

"Si e sembrano essere positive. La prima, passata in giudicato, è stata risolta e non ci saranno punti di penalizzazione per la squadra, mentre per gli altri giocatori dovrebbe essere presto varata una rateizzazione. I contatti tra l'avvocato del Savona e l'Aic sono stati costanti e un punto di intesa è ormai fortunatamente prossimo ad essere raggiunto".

 

L'incontro con i giocatori stamattina com'è andato?

"Ho raccolto le loro impressioni. Gli ultimi avvenimenti societari, con le dimissioni del presidente Patrassi, hanno creato loro una comprensibile preoccupazione. Non resta che attendere martedì, quando verrà nominato il nuovo presidente per comprendere quali saranno i futuri scenari. Quello che posso confermare è che la squadra è unita, è consapevole dell'importanza del blasone del Savona e della sua tifoseria; al contempo posso confermare che nessun giocatore ha lasciato la città, anche lo stesso Obodo, pur infortunato, era presente stamane a Quiliano".

 

Come Consigliere Comunale, cosa dobbiamo aspettarci dalla Terza Commissione?

"Ho promosso questa nuova riunione, insieme ai collleghi di Italia Viva con due obiettivi: conoscere quanto investito sullo stadio Bacigalupo da quest'estate e per richiedere chiarezza in merito alla gestione della società e alla sua proprietà. Reputo opportuno che gli investitori del Savona si facciano avanti: non rivelare i nomi in sede di trattativa era anche opportuno, ma arrivati a questo punto è li proprietario o i proprietari del Savona è giusto che rendano note le loro intenzioni".

Lorenzo Tortarolo

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium