/ Calcio

Calcio | 18 novembre 2019, 10:58

Calcio. Savona, non solo grinta: gli striscioni adesso esprimono anche un bel gioco. E De Paola può finalmente sorridere

Il grande lavoro del mister-psicologo sta dando i suoi frutti, ma ora serve fare definitivamente chiarezza anche a livello societario

Calcio. Savona, non solo grinta: gli striscioni adesso esprimono anche un bel gioco. E De Paola può finalmente sorridere

Hanno vissuto tre mesi difficili, "ciccando" anche diverse partite in modo clamoroso per superficialità e nervosismo, ma dopo la prestazione fornita ieri pomeriggio contro il Ghivizzano, ai giocatori del Savona è inevitabile non riservare una nota di merito per impegno, sacrificio e attaccamento ai colori biancoblù.

Dietro la crescita esponenziale del gruppo, per di più falcidiato da una serie incredibile di infortuni, c'è un allenatore, Luciano De Paola, che, giorno dopo giorno, ha saputo ridare carica e tranquillità ai suoi ragazzi, lavorando soprattutto sotto l'aspetto mentale e dando fiducia all'ottimo gruppo di "under" di cui dispone la rosa savonese. 

E così, dopo i ko contro Querceta e Bra, ai quali aveva fatto seguito la rabbiosa reazione dei giocatori nei confronti della società (necessario l'intervento del ds Papa per riportare la calma), sono arrivati sette punti in tre partite: dal 2-0 al Borgosesia, con una squadra più quadrata e concreta, passando per il buon pareggio di Casale, fino ad arrivare al roboante 3-0 di ieri pomeriggio contro il Ghivizzano, dove si è potuto ammirare anche un bel calcio che ha divertito il pubblico del "Chittolina". 

"Alleno un gruppo di uomini veri che mi rendono orgoglioso - ha voluto precisare il tecnico biancoblù nelle interviste post partita - qui c'è gente che lavora e soffre per questi colori". 

Un messaggio importante in un momento altrettanto fondamentale per il futuro del club: dopo le dimissioni del presidente Patrassi, tiratosi indietro per motivi personali, sarà necessario conoscere in fretta il nuovo organigramma della società che, entro fine novembre, sarà chiamata a fare chiarezza sotto diversi aspetti (questione stadio in primis, all'orizzonte c'è il derby con la Sanremese che necessita di un campo adeguato soprattutto in termini di sicurezza e ordine pubblico). 

Le risposte dal rettangolo verde, con i giovani in stato di grazia, iniziano ad arrivare, anche in maniera convincente, mentre quelle della proprietà, che si è limitata a parlare attraverso un comunicato stampa in cui ha voluto in qualche modo rassicurare la piazza sottolineando i numerosi  impegni economici da affrontare, non sono ancora così limpide e trasparenti, con la speranza che tutto possa andare comunque nel verso giusto.

Paolo Garassino

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium