/ Calcio

Calcio | 13 dicembre 2019, 17:32

Calcio, Francesco Cocito saluta Albenga: "Anni indimenticabili. Felice di aver fatto parte di un progetto così ambizioso"

"Ringrazio la famiglia Colla, il mister, i dirigenti, lo staff tecnico e i compagni. Un pensiero speciale va ai tifosi per il loro incessante sostegno"

Calcio, Francesco Cocito saluta Albenga: "Anni indimenticabili. Felice di aver fatto parte di un progetto così ambizioso"

Francesco Cocito avrà questa sera il primo impatto puramente calcistico con il Pietra Ligure, dato che il centrale ex Albenga disputerà il primo allenamento con i biancazzurri.

Prima di chiudere la partentesi con il club ingauno, il difensore ha voluto salutare la piazza, esprimendo il proprio senso di gratitudine nei confronti di società, compagni e tifoseria.

“E' stato un percorso entusiasmante, iniziato tre anni fa con 14 punti in classifica, passando per la miracolosa salvezza dell'anno scorso e all'avvento pochi mesi fa della famiglia Colla. Sapere di aver dato una mano concreta all'interno di questo percorso mi inorgoglisce parecchio, ma per motivazioni lavorative non riuscivo pià a far collimare l'attività sportiva con gli impegni personali.

L'Albenga merita infatti il massimo impegno e ad oggi non posso garantirlo: la società non ci ha mai fatto mancare nulla in questi mesi ed è giusto essere onesti e trasparenti, visto che la famiglia Colla lo merita. Mi hanno salutato in maniera molto affettuosa, con la speranza reciproca un giorno di poterci ritrovare.

Ringrazio quindi loro, mister Solari, tutto lo staff dirigenziale, tecnico e i compagni di squadra, è stato un piacere essere parte di un progetto così importante. Infine una nota particolare la meritano i tifosi: sono sempre stati vicino alla squadra anche nelle annate più buie, sostenendo la squadra in maniera incessante.

Il mio arrivo a Pietra Ligure? Ho scelto una società seria, organizzata e con basi solide, come confermando ormai da anni. Sono felice e spero di poter dare il mio contributo da oggi fino al 23 aprile, facendo risalire in fretta la squadra in classifica.

Ciò che avverrà in seguito resta da scoprire. Non è un segreto che mi piacerebbe passare dietro la scrivania, magari nel ruolo di direttore sportivo. E' un auspicio, vedremo un giorno se si trasformerà in realtà”.



Lorenzo Tortarolo

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium