/ Sport acquatici

Sport acquatici | 30 dicembre 2019, 07:30

150 partecipanti al 36° Cimento invernale di Spotorno, uno dei più "longevi" in Liguria

Per la sezione maschile, il più giovane è Diego Pasquali di 19 mesi, al suo primo cimento. Il meno giovane Arturo Arnone, di 83 anni. Per la quota rosa, la più giovane è Margarita Laurent di 9 anni, la meno giovane Rosanna Iberti di 80 anni

150 partecipanti al 36° Cimento invernale di Spotorno, uno dei più "longevi" in Liguria

Nella mattinata di domenica si è tenuto il tradizionale cimento invernale. Il tuffo di fine anno è uno dei più longevi del ponente, essendo giunto all’edizione numero 36 ed è organizzato dal G.S. Olimpia Sub in collaborazione con il Comune di Spotorno.

Dalle ore 10 si sono aperte le iscrizioni gratuite presso la spiaggia del Bar Sirio. Il cimento si è svolto alle ore 11.30 presso il Molo Sirio. A fine mattina a tutti i partecipanti è stato consegnato un attestato, panettone e spumante ed è stato possibile gustare in compagnia un piatto caldo di penne al sugo piccante, una fetta di pandoro e brindare al nuovo anno entrante.

Un ringraziamento particolare va al ristorante-bagni Sirio per la disponibilità dei locali sottostanti per permettere ai cimentisti di cambiarsi e di poter usufruire di una doccia calda, oltre la disponibilità della cucina per la cottura della pasta all'arrabbiata. Sono stati inoltre consegnati riconoscimenti particolari ai più e meno giovani.

Per la sezione maschile, il più giovane è risultato il piccolo Diego Pasquali di 19 mesi, al suo primo cimento. Il meno giovane è stato Arturo Arnone, di 83 anni.

Per la quota rosa, la coppa alla più giovane è andata a Margarita Laurent di 9 anni, la meno giovane a Rosanna Iberti di 80 anni.

Al cimento spotornese ha partecipato l’Associazione Nuotatori del Tempo Avverso, associazione nata per divulgare la cultura dell’acqua, ma soprattutto per conservare, incentivare e diffondere l’antica pratica del nuoto e del bagno in acque fredde, in ambienti naturali, mare e acque dolci, con impatto fisico diretto, per dimostrare la valenza di questa pratica, quale fonte di benessere. E’ intervenuto a nome dell’amministrazione Gian Luca Giudice – delega all’educazione ambientale e bandiera blu - che afferma: “In questa 36sima edizione, a cui contiamo 150 iscritti, abbiamo affrontato un tuffo nelle acque del nostro golfo con una temperatura esterna di 12°C e una temperatura dell’acqua di mare di 14°C. Un grazie a tutti per la realizzazione del grande evento del tuffo di fine anno, in particolare al Gruppo Sportivo Olimpia, che a ragione si può considerare il principale partner per il Comune di Spotorno per iniziative di carattere educativo/ambientale rivolte ai cittadini, alunni dell'Istituto Comprensivo e turisti con il programma “Mare da vivere” estivo e il programma “Mare d’inverno” rivolto alle scuole nel periodo didattico.

Due programmi che abbracciano tutto l'anno solare e che contribuisce in modo decisivo al conseguimento della certificazione Bandiera Blu. Un grazie anche ai volontari della Croce Bianca di Spotorno per la loro assistenza. E un grazie ancora ai 150 cimentisti che hanno partecipato a questa 36sima edizione. L'appuntamento per il prossimo anno sarà per il domenica 27 dicembre 2020. Concludo con un augurio di buon 2020 da parte dell'Amministrazione spotornese a tutti i cittadini e ospiti.”

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium