/ Calcio

Calcio | 24 gennaio 2020, 12:31

Calcio, Albenga. Il ds Nuzzo tra Derby e mercato: "C'è tanta voglia di far bene. Tra dicembre e gennaio abbiamo agito in maniera mirata"

Calcio, Albenga. Il ds Nuzzo tra Derby e mercato: "C'è tanta voglia di far bene. Tra dicembre e gennaio abbiamo agito in maniera mirata"

Ancora poco più di 48 ore e sarà derby tra Imperia ed Albenga.

La settimana nel fortino bianconero è trascorsa con particolare serenità, come conferma il direttore sportivo Mimmo Nuzzo, seppur la voglia di conquistare l'intera posta in palio e regalare una gioia alla propria tifoseria sia particolarmente marcata.

 

Direttore, si profila un derby fondamentale sotto parecchi aspetti.

"E' una partita sentita da tutti e ne siamo assolutamente consapevoli. C'è la voglia di far bene e di continuare il trend positivo che abbiamo saputo imprimere dall'inizio del girone di ritorno. In più sono arrivate ottime notizie dall'infermeria e salvo soprese dovremo avere l'intera squadra a disposizione".

 

La sensazione è che le scelte nel mercato di dicembre siano state molto ponderate.

"Ci siamo confrontati con il mister e la società per capire quali potessero essere gli inserimenti maggiormenti funzionali, senza rincorrere a tutti i costi il colpo mediatico. Detto questo, è arrivato un ottimo attaccante come Castagna, giovani interessanti, tra cui un soprendente Balleri e un professionista assoluto come Filippo Brondi. Parliamo di un giocatore davvero forte, forse non conosciuto nel nostro comprensorio, ma la carriera parla assolutamente a suo favore. Insieme ai propri compagni formerà un reparto mediano ricco e al contempo molto variegato come caratteristiche dei singoli giocatori. L'aspetto che però ci rende più orgogliosi - sottolinea Nuzzo - è la coesione che si è instaurata nell'intero gruppo di lavoro, dando sì un'impronta professionistica, ma al contempo serena e familiare".

 

Cos'ha insegnato la doppia sconfitta contro il Sestri Levante?

"Nel calcio non bisogna mai abbassare la guardia. Può apparire una frase scontata ma è davvero così. C'è molto rammarico soprattutto per la finale di Coppa Italia, dove forse non siamo stati in grado di amministrare il vantaggio, ma ai ragazzi non si può davvero dire nulla per la volontà che hanno messo in campo. Abbiamo dimostrato di aver voltato pagina, seppur in un campionato così equilibrato e combattuto non dovremo mai far calare il livello di concentrazione". 

 

 

Lorenzo Tortarolo

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium