/ Calcio

Calcio | 14 febbraio 2020, 19:38

L’Olimpia Carcarese e il sociale: al Corrent porte aperte ai ragazzi più bisognosi e alle scuole

L’Olimpia Carcarese e il sociale: al Corrent porte aperte ai ragazzi più bisognosi e alle scuole

Dai prossimi giorni al via “Sport per tutti”, il progetto del Coni volto a consentire anche ai ragazzi più bisognosi di praticare la disciplina sportiva che più preferiscono. Diciotto sono le società della Provincia di Savona che hanno aderito all’iniziativa, tra queste l’Olimpia Carcarese che con grande entusiasmo è lieta di prendere parte ad un progetto così importante per la comunità e per i giovani. La società biancorossa si è distinta su tutte, essendo l’associazione sportiva che a livello provinciale vanta il maggior numero di adesioni, ben 33 saranno i ragazzi della Valbormida dai 5 ai 18 anni che il Corrent ospiterà due ore a settimana.

«Siamo convinti che lo sport sia un diritto che debba essere garantito a tutti, soprattutto nella giovane età – commenta il presidente Dino Vercelli - Tutti sappiamo quanto sia rilevante da un punto di vista salutare e fisico, ma non dobbiamo dimenticare anche i vantaggi psicologici, educativi e formativi. Siamo onorati di poter offrire la competenza dei nostri tecnici per permettere anche a coloro che hanno difficoltà economiche di imparare e divertirsi nelle nostre strutture». Gli fa eco mister Loris Chiarlone (laureato in Scienze Motorie e allenatore Uefa B) che insieme al collega Davide Manfredi si occuperà degli allenamenti: «Sono orgoglioso di far parte di questo bellissimo progetto e di poter aiutare TUTTI i bambini a prendere confidenza con lo sport e le scienze motorie. Per me è un onore poter trasmettere in prima persona l'educazione sportiva e i valori dello sport attraverso il calcio. Qualsiasi sport, oltre che essere fondamentale per la salute, è maestro di vita e tutti devono avere la possibilità di percepirne gli insegnamenti».

Ma non finisce qui, sempre a febbraio prenderà vita un altro importante progetto in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Carcare intitolato “Ragazzi in gioco”. Fino al termine dell’anno scolastico, infatti, i ragazzi delle classi 2° e 3° Media trascorreranno le ore di educazione fisica sul campo dello stadio “Candido Corrent”, dove i docenti saranno affiancati dai nostri tecnici qualificati. Un pomeriggio a settimana, inoltre, la struttura e gli allenatori biancorossi saranno a disposizione di un gruppo sportivo della scuola. Verranno selezionati i ragazzi più meritevoli, che si alleneranno sotto la supervisione dei nostri tecnici e avranno la possibilità di partecipare ai Campionati Studenteschi, programmati per il prossimo marzo. «L’abbiamo detto dall’inizio mandato,  la nostra speranza è che lo stadio “Candido Corrent” diventi “la casa” di tutti i carcaresi e non, punto di aggregazione di ragazzi, bambini, famiglie e di tutti gli sportivi, non solo la domenica o in occasione dei tornei, ma tutti i giorni – spiega l’avv. Vercelli -  Ringraziamo i docenti e il direttore scolastico, prof. Raffaella Battiloro, per la collaborazione che speriamo di ampliare ad altre iniziative che coinvolgeranno anche gli altri istituti di Carcare».

Conclude, poi, il presidente: «L’avevamo promesso, la nuova Olimpia Carcarese si sarebbe distinta anche per il suo ruolo dal punto di vista sociale, da inizio stagione abbiamo lavorato con fervore per la realizzazione di alcuni progetti e ora possiamo dire: “ce l’abbiamo fatta!”». Promessa mantenuta, ma sicuramente non ci fermeremo qua! In serbo abbiamo ancora tanti progetti che presto diventeranno realtà. 

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium