/ Rugby

Rugby | 18 febbraio 2020, 12:40

Rugby. Un esperto Novara imbriglia il Rugby Savona, 31 a 13 alla Fontanassa

Un'ottima prova non è bastata ai savonesi per avere la meglio sui piemontesi

Rugby. Un esperto Novara imbriglia il Rugby Savona, 31 a 13 alla Fontanassa

Il Rugby Savona gioca una splendida partita ma non è sufficiente a ottenere la vittoria, alla Fontanassa passa il Probiotical Novara per 31 a 13.

 Ci si aspettava un grande incontro e così è stato; le due squadre hanno dato il meglio per gioco impegno e tenacia; al termine nulla è stato risparmiato, ogni briciola di energia fisica e mentale è stata bruciata senza riserve: Piemontesi forti, onore al merito.

Il Novara è sceso in campo molto concentrato e coperto, non sapendo cosa aspettarsi da un Savona visto per l’ultima volta tre anni fa. I piemontesi hanno fatto tesoro dei due anni in serie B e la differenza è emersa nel corso dell’incontro. All’inizio sono stati sorpresi da una squadra combattiva, veloce ed organizzata. Il Savona è partito fortissimo e per i primi venti minuti ha dettato legge, illudendosi di poter continuare per tutto l’incontro; in realtà il Novara ha studiato le forze in campo, ha investito tempo per leggere l’incontro e il valore dei singoli ed ha definito velocemente un nuovo piano di gioco.

Quindi basta calci in profondità, solo gioco alla mano e lavoro pesante svolto dalla mischia. Così facendo ha preso il comando dell’incontro, bloccando i tre-quarti biancorossi nel gioco aperto di rimessa, il più proficuo fino a quel momento. Lentamente ma inesorabilmente ha preso poi il sopravvento in mischia chiusa lasciando poche fonti di gioco per il Savona.

I biancorossi hanno aperto le marcature con un guizzo di Franceri su ripartenza difensiva ma non sono poi riusciti a contrastare un cambiamento tattico dell’avversario, tanto veloce quanto efficace; ottima la prova collettiva e dei singoli ma nulla ha potuto di fronte ad una squadra mentalmente ancora in Serie B, capace di gestire i raggruppamenti con un solo giocatore impegnato e monopolista di mischie e touches.

Con grande caparbietà il Savona ha tenuto per tutto il primo tempo, chiudendo in leggero svantaggio per 10 a 12. Nella ripresa i piemontesi hanno macinato con ritmo elevato e costante, fiaccando la resistenza fisica dei padroni di casa che lentamente sono scivolati a placcaggi meno precisi, leggero ritardo nell’azione di contrasto e nel rischieramento in campo. Questo, unito al dominio sulle fasi statiche ha spostato l’asse del gioco verso la meta ligure, impedendo possibili rimonte.

A metà del secondo tempo ed al trentesimo due mete pesanti del Novara che sul 13 a 24 ha messo in tasca l’incontro. La meta beffarda all’ultimo minuto, su calcio giocato in velocità a cinque metri dalla meta savonese, chiude la partita dove l’esperienza, il mestiere e la potenza in mischia degli ospiti hanno prevalso su un collettivo savonese che non ha nulla da rimproverarsi: non marziani ma più forti, il campo non mente.

Tabellino

SAVONA Rugby                                13

Probiotical Rugby Novara                 31

                                             

Rugby Savona: Franceri, Paoletti, Montanaro, Serra F, Costantino, Serra A (Bernat M), Ademi, Di Murro (Fiabane), Rando, Urbani (C) (Frassino), Pivari, Maruca (Minuto), Enzi (Vignolo), Baccino. A disp: Sillah, Fanciulli. Allenatore Andrea Costantino.

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium