/ 

Che tempo fa

Cerca nel web

| lunedì 19 giugno 2017, 15:10

Calciomercato. Taggia, niente Pietra Ligure per Davide Rovella: "Destinazione lontana, continuerò in giallorosso"

Il bomber resta alla corte del Presidente Ghu anche nella prossima stagione: le motivazioni della sua scelta

Nella foto Davide Rovella festeggia dopo un suo gol al Camporosso: sarà ancora lui il bomber del Taggia

Niente trasferimento al Pietra Ligure, Davide Rovella resta anche nella prossima stagione nelle fila di un Taggia che tenterà per la terza stagione consecutiva l'assalto all'Eccellenza, aspettando di sciogliere il nodo riguardante il nome del nuovo allenatore.

Professione bomber. Davide Rovella, qualsiasi sia il nuovo allenatore (Papa?) sarà un punto fermo della squadra per la prossima stagione. Dopo l'ottima annata dove però non sono bastate le molte reti, l'ex Unione Sanremo è pronto a riscattare il verdetto negativo dell'eliminazione ai play-off. Abbiamo raggiunto ai nostri microfoni il bomber giallorosso che ci ha spiegato le motivazioni della sua scelta.

 

Davide Rovella, niente Pietra Ligure per lei ma conferma a Taggia: quali sono le sue motivazioni? "Pietra Ligure era per me una destinazione molto lontana, visto che mi sarei allenato cinque giorni a settimana e lavorando in Francia mi era un po' difficile. Ho parlato con il Taggia e visto che ho fatto bene quest'anno mi sembrava giusto continuare in giallorosso".

Al Taggia c'è ancora da sciogliere il nodo allenatore: si aspetta una soluzione Valentino Papa? "Sul nuovo allenatore sinceramente non ne ho idea. Se fosse Papa? Con il mister mi sono trovato sempre molto bene ma ripeto che non ne ho idea. Ho parlsato con i dirigenti ma solo per la mia situazione personale e gli ho riferito che continuavo con loro perchè sto bene al Taggia, visto che in generale abbiamo concluso un buon campionato anche se si è concluso male".

Quanto è arrabbiato dopo l'epilogo di questa stagione? "Dopo quest'anno sono un po' arrabbiato, anche perchè siamo arrivati nel momento decisivo acciaccati e non siamo riusciti a dare il meglio".

 

 

Riccardo Aprosio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore