/ Calcio

Calcio | 16 novembre 2018, 15:58

L'EDITORIALE. Urge una modifica dei regolamenti sulla sospensione delle partite dilettantistiche, per tutelare arbitri e giocatori

L'EDITORIALE. Urge una modifica dei regolamenti sulla sospensione delle partite dilettantistiche, per tutelare arbitri e giocatori

I fatti avvenuti nel corso di San Filippo Neri - Atletico Argentina hanno riacceso il dibattito relativo al regolamento sulla sospensione delle partite appartenenti ai campionati dilettantistici.

L'infortunio del direttore di gara della partita disputate a Lusignano, vero o no che sia (sarà la Procura Federale a stabilirlo), ha posto però l'accento su una tematica estremamente delicata, per come è strutturato oggi giorno il regolamento all'interno della LND.

In caso di infortunio arbitrale o sospensione per maltempo della partita, quest'ultima deve essere infatti ripetuta ex novo, dal primo minuto di gioco con il risultato resettato sullo 0-0.

Uniformare il regolamento dilettantistico ai campionati professionistici, dove la partita viene ripresa nel minuto della sospensione e con il risultato effettivamente maturato sul campo, permetterebbe infatti ai direttori di gara di intraprendere le proprie scelte in assoluta serenità, azzerando possibili polemiche e dietrologie.

Un arbitro ha infatti il pieno diritto di poter sospendere la partita, per evitare che un infortunio possa aggravarsi, ma al contempo ne ha anche il dovere, al fine di evitare valutazioni errate a causa di un possibile impedimento fisico.

Riformare le regole garantirebbe quindi serenità e tutela alla classe arbitrale e al contempo le società vedrebbero cristallizzato quanto avvenuto sul rettangolo di gioco, accettando le opportune decisioni in tutta tranquillità.

 

Lorenzo Tortarolo

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium