/ Calcio

Calcio | 29 novembre 2019, 10:34

Calcio, Praese - Ceriale. La nota di Stefano Perego: "La rissa è avvenuta sugli spalti, non sono stati coinvolti giocatori o dirigenti presenti in distinta"

La nota del capitano dei genovesi e del caporedattore Lorenzo Tortarolo

Calcio, Praese - Ceriale. La nota di Stefano Perego: "La rissa è avvenuta sugli spalti, non sono stati coinvolti giocatori o dirigenti presenti in distinta"

La nota di Svsport.it: nella tarda serata di ieri abbiamo riportato sul nostro quotidino online, quanto avvenuto a Roberto Ricotta nel post partita, con la testata ricevuta al volto. Non essendo presenti all'incontro abbiamo esclusivamente scritto dell'atto lesivo, senza citare possibili autori o indizi riconducibili all'autore del gesto, rilevabili e verificabili giornalisticamente solo essendo in loco (nell'articolo si evince infatti come Ricotta sia stato effettivamente colpito nel post partita di Ceriale - Praese, senza però chiamare in causa il club genovese o i propri tesserati): un dovere deontologico da parte di un giornalista iscritto all'albo e di una testata giornalistica registrata, onde evitare lecite iniziative legali e rappresentare i fatti nella maniera più corretta possibile. A tal proposito pubblichiamo con piacere la nota di Stefano Perego, capitano della Praese e giocatore che abbiamo apprezzato con la maglia del Bragno Beach Soccer, pronto a citare proprio il nostro articolo di ieri sera. Perdonate queste poche righe introduttive e tediose da parte del sottoscritto, ma era doveroso illustrare quelle ragioni e quegli obblighi che, in campo deontologico, ci permettono da ormai da più di otto anni di rapportarci con trasparenza nei confronti dei nostri lettori (Lorenzo Tortarolo, caporedattore Svsport.it).

 

La nota di Stefano Perego:

"Mi ero ripromesso di non rilasciare dichiarazioni in merito, però purtroppo è da ieri sera che ricevo messaggi, telefonate e quant’altro e vorrei fare un pochino di chiarezza sull’accaduto. 

Questo non è un comunicato ufficiale, a quello penseranno le società. Questo è solo il mio punto di vista personale.

Nell’articolo di Settimana Sport leggo, correttamente, che ieri sera, durante e soprattutto alla fine della nostra partita contro il Ceriale, è scoppiata una rissa sugli spalti. Cosa che invece non è stata riportata da SvSport (che spero possa riportare sul proprio portale queste dichiarazioni e modificare quanto scritto ieri, che potrebbe essere fuorviante): leggendo il sito savonese, si potrebbe pensare che il parapiglia sia scaturito tra giocatori, o tra persone in distinta ieri sera.

Ecco, queste righe servono a chiarire che NON C’E’ STATO NESSUN CONTATTO E NESSUNA RISSA TRA GIOCATORI IN CAMPO E DIRIGENTI IN DISTINTA IERI SERA. 

È stata una partita maschia, l’arbitro (il sig. Pettirossi) ha seguito una linea chiara dall’inizio: arbitraggio all’inglese, contrasti anche energici concessi. Risultato? Partita dura, entrate al limite da entrambe le parti, ma assolutamente massima correttezza da parte di tutti. A fine partita sono stato a lungo a parlare con il loro allenatore Biolzi, con il loro capitano Fantoni e con Insolito, persone intelligenti e di sport, e son sicuro che, se interpellate, confermeranno quanto da me riportato. Non ho visto cosa sia successo fuori e non è mio compito saperlo, sono arrivate voci ovviamente, se qualcuno ha sbagliato si assumerà le proprie responsabilità. Però non mi interessa, quello che mi sta a cuore in questo momento è la nostra immagine: contro il Via dell’Acciaio abbiamo sbagliato noi ragazzi in campo, abbiamo pagato le conseguenze con il giudice sportivo, e ci siamo scusati con gli avversari; ma ieri no, e non accetto che si possa anche minimamente pensare che qualcuno degli atleti ieri sia andato oltre al limite.

Concludo facendo il complimenti al Ceriale, che è venuto a giocare la partita, esprimendo un gioco migliore del nostro e probabilmente non avrebbe rubato nulla portando a casa i tre punti. Ma soprattutto concludo rinnovando quanto chiesto precedentemente: fate chiarezza scrivendo che i problemi ci sono stati FUORI DAL CAMPO, tra persone non in distinta, e non tra ragazzi. Noi siamo usciti tutti assieme a fine partita, stringendoci la mano e facendoci i complimenti per la partita. 


Grazie mille, Stefano Perego

Lorenzo Tortarolo

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium