/ Calcio

Calcio | 11 gennaio 2020, 16:32

Calcio. Serie D, il Vado insegue sempre quella vittoria scacciapensieri. Tarabotto: "Bene le ultime prestazioni, ora servono solo i tre punti"

Qualche defezione di troppo in vista del match casalingo contro il Ghiviborgo del nuovo tecnico (ex Albissola) Rino Lavezzini: "Out Piacentini, Piu e Faggiano, vedrò all'ultimo come gestire gli under"

Calcio. Serie D, il Vado insegue sempre quella vittoria scacciapensieri. Tarabotto: "Bene le ultime prestazioni, ora servono solo i tre punti"

Il pareggio in rimonta contro il Real Forte Querceta, nonostante la superiorità numerica per più di un'ora di partita, ha lasciato buone sensazioni a mister Luca Tarabotto, che crede fortemente nel suo Vado, ancora in corsa per la salvezza diretta.

L'ultimo posto in classifica sembra infatti non preoccupare eccessivamente il tecnico rossoblù, che preferisce focalizzare l'attenzione sul match di domani al "Chittolina" contro il Ghiviborgo: "Partita insidiosa contro una squadra molto dinamica che ha cambiato allenatore proprio questa settimana - sottolinea Tarabotto - hanno perso un giocatore importante come Lucatti, ma i tre giocatori che lo hanno sostituito, tra cui Fioretti e Nezha, sono in grado di poter fare la differenza in una categoria come la Serie D".

Parole di elogio, da parte del trainer vadese, nei confronti dell'avversario, di mister Lavezzini e dei suoi ragazzi, reduci dalle ultime due buone prestazioni in terra toscana: "A Forte dei Marmi avremmo meritato qualcosina di più, ma è stato importante muovere la classifica soprattutto dal punto di vista psicologico: ora serve solo quella benedetta vittoria che dia ancor più fiducia a tutta la squadra, nonostante qualche problemino a livello di squalifiche e infortuni".

Oltre a Gallo e Tomasini, fermati per un turno dal giudice sportivo, non saranno a disposizone il portiere Faggiano e gli attaccanti Piu e Piacentini, alle prese con fastidi e acciacchi muscolari: "Sto valutando ancora la situazione legata agli under - conclude Tarabotto - molto dipenderà dalla scelta di far giocare il portiere giovane o vecchio, ma vedremo domani come gestire il problema".

Paolo Garassino

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium