/ Calcio

In Breve

Calcio | 12 febbraio 2020, 19:14

Calcio, Loanesi. Passione e voglia di lottare, Nicolas Armango non vuole mollare: "Situazione complessa, ma squadra e società sono dalla stessa parte"

All'attaccante nativo di Buenos Aires è stata affidata la fascia di capitano

Calcio, Loanesi. Passione e voglia di lottare, Nicolas Armango non vuole mollare: "Situazione complessa, ma squadra e società sono dalla stessa parte"

Indossare la fascia di capitano al braccio, a soli 23 anni non dev'essere facile per nessuno, ancor di più quando si è alla prima esperienza in un nuovo campionato.

Nicolas Armango, attaccante argentino classe 1996, però non vuole alzare bandiera bianca, insieme a tutta la Loanesi, per alimentare anche quella residua speranza di salvezza dopo il pareggio con il Bragno.

 

Nicolas, quanto è difficile analizzare questa stagione?

"Molto, sinceramente non mi era mai capitata una situazione del genere, nonostante abbia militato molte stagioni al sud, dove possono riscontrarsi altre problematiche. Sulla Loanesi però non ho nulla da dire, è una società che con me si è comportata con estrema serietà, i dirigenti ci appoggiano e c'è voglia di lottare: non posso fare il capitano che abbandona la nave seppur la situazione sia difficile, ancor di più con una squadra così giovane".

Quanto vi condiziona nel quotidiano non avere un campo?

"Tantissimo. Abbiamo passato mille vicessitudini, per poi arrivare a Pietra Ligure e Finale. Anche preparare una partita in queste condizioni diventa complicato. Dobbiamo solo rimanere uniti, ascoltare le indicazioni del mister e lottare insieme".

Le tue cinque reti però possono assumkere un peso specifico ancora più importante, non essendo una vera e propria prima punta.

"C'è un po' di rammarico per qualche gol sbagliato nelle prime partite, poi per fortuna sono riuscito ad alzare la media realizzativa. Mettere a segno ancora qualche gol sarebbe importante sia per me che per la squadra, quel che però è certo è che sia il sotto scritto che il gruppo non mollerà fino all'ultima partita".

Lorenzo Tortarolo

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium