/ Calcio

Calcio | 20 novembre 2020, 11:50

Calcio, Vado. Come posizionare la coperta contro la sorpresa Pont Donnaz?

Gli elementi esperti schierati in difesa contro il Derthona hanno garantito impermeabilità, ma resta da migliorare la fase offensiva. Il match con i valdostani rappresenta un ulteriore test per crescere

Calcio, Vado. Come posizionare la coperta contro la sorpresa Pont Donnaz?

Poco più di 48 ore e il Vado tornerà di nuovo in campo, ancora una volta contro una squadra di alta classifica: dopo il Derthona, stoppato 0-0 domenica scorsa al Chittolina, saranno infatti i valdostani del Pont Donnaz a scendere sulla costa ponentina.

L'ottima prova offerta dai rossoblu di fronte al team di Pellegrini ha rappresentato il miglior viatico per affrontare la nuova settimana di allenamenti, ma al contempo ha palesato alcune indicazioni tattiche interessanti che, nel corso dei prossimi incontri, potrebbero portare a sviluppi rilevanti.

Il rientro al centro della difesa di Gallotti ha infatti dato nuova sicurezza all'intero reparto seppur, tranne nel 4-1 subito a Gozzano, la formazione di Tarabotto ha sempre dimostrato un buon equilibrio (solo 3 infatti le reti subite negli altri quattro incontri).

L'unico limite è emerso ad oggi dalla fase offensiva, dove la buona mole di gioco non ha ancora trovato una proporzionale efficacia all'interno degli ultimi 16 metri.

Bisogna però sottolineare l'età media decisamente bassa del tridente offensivo schierato ad esempio con il Derthona, formato da Corsini, D'Antoni e Boiga. Tre giocatori di sicuro avvenire ma penalizzati per esperienza e la giusta dose di malizia sportiva contro difese esperte e fisicamente ben strutturate.

Sarà interessante capire quindi quale fisionomia assumerà la squadra con il rientro di Valenti in attacco e quali scelte verranno operate all'interno degli altri reparti.

E' il vecchio clichè della coperta corta, fino a decidere dove posizionarla, in attesa di un ulteriore crescita della squadra che potrebbe regalare qualche centimetro di "stoffa" in più.

Lorenzo Tortarolo

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium