/ Calcio

Calcio | 24 novembre 2020, 16:56

Calcio, Vadese ancora ai box, in attesa di ricominciare, dopo l'avvio sprint di stagione. Saltarelli: "Sempre più interesse intorno a noi? Mi fa piacere che si percepisca, bello avere il supporto e l'affetto di amici e famiglie"

Il tecnico azzurrogranata traccia un bilancio dopo le ottime prestazioni fornite prima dello stop ai campionati: "Non ci stiamo allenando, le priorità in questo momento sono altre. Bravi i ragazzi, nonostante il salto di categoria, a recepire determinati concetti in brevissimo tempo"

Calcio, Vadese ancora ai box, in attesa di ricominciare, dopo l'avvio sprint di stagione. Saltarelli: "Sempre più interesse intorno a noi? Mi fa piacere che si percepisca, bello avere il supporto e l'affetto di amici e famiglie"

La curva dei contagi, da qualche giorno, sembra aver assunto un andamento leggermente più incoraggiante, ma la strada verso la ripartenza dei campionati dilettantistici pare ancora ricca di ostacoli da affrontare e superare.

Tra le squadre che hanno deciso di interrompere completamente l'attività, in attesa di tempi migliori, c'è la Vadese di Tony Saltarelli, autentica rivelazione del girone A2 di Prima Categoria, con tre vittorie e un pareggio nelle prime quattro giornate disputate.

 

Mister, riavvolgendo il nastro prima dello stop ai campionati, quale aspetto l'ha maggiormente colpita vedendo all'opera i ragazzi?

"La sensazione di aver costruito in estate una buona squadra c'è sempre stata, è inutile negarlo: tanti ragazzi, già protagonisti lo scorso anno, li abbiamo riconfermati con grande entusiasmo, mentre l'inserimento di alcune pedine di maggiore esperienza si è reso necessario considerando il salto dalla Seconda alla Prima Categoria. Già in Coppa avevo percepito indicazioni positive, ulteriormente confermate dall'approccio che i ragazzi hanno avuto in campionato, in cui i dieci punti raccolti credo siano assolutamente meritati. La rapidità con la quale sono stati assimilati certi concetti rappresenta probabilmente la notà più positiva di questi mesi, frutto dell'ottimo lavoro, tecnico e societario, portato avanti ormai da più di due anni".

Dall'esterno si percepisce un interesse sempre più forte intorno alla squadra, soprattutto da parte dei giovani. 

"Mi fa enormemente piacere che questo aspetto venga sottolineato: l'idea di base, quando siamo nati, è stata quella di cercare di rappresentare proprio la vadesità. I ragazzi che alleno, con amici e famiglie, sono per la maggior parte di Vado e fin da subito hanno mostrato grande interesse al nostro progetto. Un esempio? Penso all'ultima partita contro l'Altarese prima dello stop: i 109 posti a disposizione in tribuna erano già tutti prenotati al sabato pomeriggio, ventiquattro ore prima della gara. Una grande gioia che ci rende sicuramente orgogliosi, pur restando consapevoli del fatto che ci sia ancora tanta strada da percorrere".

La speranza, ora, è quella di poter tornare in campo il prima possibile.

Come società, in questo periodo, abbiamo deciso di fermarci completamente. Non mi sembrava corretto rischiare, le priorità sono altre, in primis la salute e il lavoro. Allenarsi senza sapere nulla sulla ripartenza del campionato ha poco senso: la passione è tanta, da parte mia soprattutto, ma ci sono momenti in cui penso sia più opportuno prendere determinate decisioni che tutelino al massimo i ragazzi".

Paolo Garassino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium