/ Calcio

Calcio | 02 dicembre 2020, 14:42

Calcio. Un testimone raccolto, ma un solo presidente per Ennio Scappatura: "Accettai la proposta di assumere la presidenza del Valleggia da Francesco Landucci, ma il vero motore del club era lui"

Calcio. Un testimone raccolto, ma un solo presidente per Ennio Scappatura: "Accettai la proposta di assumere la presidenza del Valleggia da Francesco Landucci, ma il vero motore del club era lui"

C'è chi ha conosciuto Francesco Landucci davvero da vicino, raccogliendone addirittura il testimone ai tempi del Valleggia.

Stiamo parlando di Ennio Scappatura, vicepresidente della Polisportiva Quiliano che, a inizio della scorsa decade, prese in mano le redini della squadra "purple".

"Ho avuto la fortuna di avere con Francesco un rapporto privilegiato e non nascondo una certa emozione nel raccontarlo. Lui diede l'impulso per il grande rilancio del Valleggia e mi chiese all'epoca di succedergli alla carica presidenziale. Diceva che serviva una persona che a tempo pieno potesse occuparsi del club, dato che la sua grande passione era l'organizzazione dei tornei amatoriali. Ha sempre avuto un occhio di riguardo, infatti, per la crescita e la formazione dei giovani, dentro e fuori dal campo.

Io ho accettato con orgoglio, ma gli ho subito sottolineato come il presidente sostanziale rimanesse lui. Anche per la squadra era di fatto la medesima cosa, tanto che quando entrava nello spogliatoio partiva in automatico il coro "C'è solo un presidente".

Il rammarico nel profondo dolore che stiamo vivendo è non aver potuto organizzare il canonico appuntamento con i tornei al Palazzetto di Quiliano. Erano il suo fiore all'occhiello. Appena il mondo del calcio potrà ripartire in serenità daremo il meglio per poterlo onorare nella maniera dovuta".

Lorenzo Tortarolo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium