/ Motori

Motori | 12 gennaio 2021, 14:48

Maurizio Gerini abbandona la Dakar da eroe. I Fieui di Caruggi e i Viticoltori Ingauni: "Ti aspettiamo in cantina da noi"

Un brutto trauma toracico costringe il motociclista di Chiusanico ad abbandonare la competizione

Maurizio Gerini alla Transanatolia

Maurizio Gerini, pilota Husqvarna 35enne di Chiusanico, è stato costretto a interrompere la Dakar By Motul a causa di un infortunio.

Il motociclista, che nel corso della quarta tappa si era già distinto per avere salvato la vita al pilota 37enne indiano Santos Chunchunguppe Shivashankar con un massaggio cardiaco, ha avuto però la peggio nella tappa speciale "Marathon" partita da Sakaka.

Maurizio Gerini (detto "Gerry" per via del cognome) è riuscito comunque a completare la tappa speciale nonostante un brusco impatto contro un cespuglio che lo ha fatto cadere rovinosamente al suolo. Dopo avere solcato il traguardo i paramedici hanno deciso di trasportarlo urgentemente per accertamenti in elicottero presso l'ospedale egiziano di Gedda, scrivendo così la parola fine sulla sua Dakar.

"Gerry" tornerà a casa accolto dal tifo di due realtà ingaune a lui da sempre vicine: i Fieui di Caruggi e i Viticoltori Ingauni di Ortovero.

Scrivono congiuntamente i due gruppi su Facebook: "Grazie di tutto Gerry, ci hai fatto sognare, ci hai reso orgogliosi e ci hai fatto preoccupare per le tua brutta caduta! Maurizio Gerini è stato vittima oggi di un brutto incidente che lo ha costretto al ritiro, a pochi chilometri dal termine dell’impegnativa tappa.

E’ riuscito a portare a termine la tappa, ma al bivacco una serie di accertamenti medici per un sospetto trauma toracico che gli ha imposto di sospendere la corsa.

Gerini lascia la gara in quarta posizione nella classifica original by Motul riservata a chi, come lui, ha corso senza alcuna assistenza tecnica esterna, ma facendo il pilota e il meccanico allo stesso tempo. Soprattutto lascia nei compagni di avventura e in tutti noi la consapevolezza di avere a che fare con un Campione di sportività e umanità. Non dimenticheremo il salvataggio eroico del collega e amico Santosh caduto, in grave condizioni, nella quarta tappa.Ti aspettiamo in cantina a Ortovero, Campione!I tuoi amici Viticoltori Ingauni".

Alberto Sgarlato

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium