/ Calcio

Calcio | 18 febbraio 2021, 21:12

Finalmente Draghi lancia segnali sullo sport: "Ci impegniamo a sostenere l'intero sistema"

Mario Draghi, presidente del Consiglio

La soppressione del ministero dello Sport e l'assenza di un passaggio relativo al mondo sportivo nel discorso tenuto al Senato da parte del neo presidente del Consiglio, Mario Draghi, aveva fatto storcere il naso a tesserati e società.

Oggi, però, l'ex presidente della BCE, probabilmente consigliato da qualche collaboratore, ha inserito le tematiche della crisi sportiva all'interno del discorso nelal richiesta di fiducia alla Camera.

 

"Il fatto che non abbia detto nulla mercoledì - ha spiegato Draghi -non significa che non sia meno importante. E' un mondo profondamente radicato nella nostra società e nell'immaginario collettivo, fortemente colpito dalla pandemia. Questo governo si impegna a preservare e sostenere sistema il sportivo italiano tenendo conto della sua peculiare struttura e dei molteplici aspetti che lo caratterizzano, non solo in relazione all'impatto economico, agli investimenti e ai posti di lavoro ma anche per il suo straordinario valore sociale, educativo, formativo, salutistico". 

Draghi non ha fatto riferimento alla riforma dello sport, il cui obiettivo era inserire i contratti da lavoro sportivo e l'abolizione del vincolo. E' probabile a questo punto che la riforma stessa possa decadere.

 

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium