/ Calcio

Calcio | 25 febbraio 2021, 14:16

Calcio, Eccellenza. La Lnd ha premuto (tardi) sulla Figc: "Le nostre richieste in Federazione erano state inoltrate già lo scorso 8 febbraio"

Calcio, Eccellenza. La Lnd ha premuto (tardi) sulla Figc: "Le nostre richieste in Federazione erano state inoltrate già lo scorso 8 febbraio"

Che la battaglia politica per le elezioni a capo della Figc avessero di fatto bloccato l'iter relativo alla possibile ripartenza dell'Eccellenza era evidentemente sotto gli occhi di tutti.

La Lnd ha aspettato l'esito delle elezioni per emettere un comunicato, lasciando in mezzo al guado dell'indecisione numerose società su tutto il territorio nazionale.

Solo dopo il risultato elettorale della battaglia tra Gabriele Gravina e il numero uno dei Dilettanti, Cosimo Sibilia, la Lnd ha annunciato (ieri) di aver inviato già lo scorso 8 febbraio le proprie richieste in Federazione.

Sottolineare il nuovo tentativo il 23 febbraio, dopo la conferma di Gravina e la brutta figura con il mancato arrivo del dossier Eccellenza sul tavolo del Coni nella Giunta di lunedì' scorso (sanato poi dal via libera arrivato ieri), ha solo messo nero su bianco gli screzi interni ai vertici del mondo calcistico italiano, a danno dei club.

 

Ecco la nota della LND:

La Lega Nazionale Dilettanti, in merito agli attesi indirizzi per la ripresa dell’Eccellenza e degli altri campionati regionali di vertice, compresi quelli di calcio femminile e di calcio a 5 (maschile e femminile), ha presentato al riguardo un'apposita comunicazione alla FIGC, nel pieno rispetto di tutti gli adempimenti di carattere formale ed istituzionale.

Detta comunicazione, inviata lo scorso 8 febbraio, oltre a formulare alla FIGC le istanze relative alla prosecuzione della stagione sportiva 2020-2021 per tutti i campionati regionali con un diretto collegamento alle competizioni nazionali organizzate dalla stessa Lega Dilettanti, contiene una dettagliata relazione sugli esiti del Consiglio Direttivo della LND tenutosi il 5 febbraio 2021.

Le suindicate istanze, come è noto, sono riferite in primo luogo al riconoscimento, per le già citate categorie, del "preminente interesse nazionale" (che spetta al CONI per il tramite della FIGC) e di conseguenza anche alla richiesta di un'ulteriore proroga dei termini dei tesseramenti e dei trasferimenti dei calciatori e delle calciatrici fino al 31 marzo 2021, scadenza fissata ad oggi al prossimo 26 febbraio.

La Lega Nazionale Dilettanti, non avendo ricevuto alcun riscontro, nella giornata del 23 febbraio, ha quindi provveduto ad inoltrare alla FIGC una nuova comunicazione, al fine di sollecitare la stessa nel fornire le proprie indicazioni al riguardo, sia per quanto attiene l'avvio dell'iter da parte della FIGC presso il CONI, sia in ordine alla valutazione, da parte della stessa Federazione, sulle determinazioni assunte in modo unanime dal Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti in merito alla ripresa della stagione sportiva 2020-2021.

Lorenzo Tortarolo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium