/ Calcio

Calcio | 27 febbraio 2021, 10:48

Calcio, Vado. Squadra che vince si cambia? Il 4-3-3 e Gulli in regia hanno convinto nella trasferta di Borgosesia

l'esultanza dei giocatori del Vado a Borgosesia

La vittoria di Borgosesia e la prova convincente offerta in casa dei granata ha permesso al Vado di tornare ad allenarsi con ancora più spirito e convinzione in vista dell'importante match contro il Saluzzo.

Due sono stati i segnali confortanti raccolti al "Comunale": il forte spirito di gruppo che si è percepito da bordocampo e l'ordine tattico che ha contraddistinto i rossoblu per tutti i novanta minuti di gioco.

Ai giornalisti piace fissarsi sui numeri (è vero), ma dati alla mano il 4-3-3 proposto contro Lavagnese e Borgosesia ha visto, taccuino alla mano, un elevato score di tiri effettuati verso la porta avversaria e al contempo una migliore fase di non possesso.

Nell'alto Piemonte l'elemento di novità è stato però rappresentato dall'utilizzo, complice la squalifica di Taddei, di Gulli in posizione di vertice basso, eccezionale nel coniugare entrambe le fasi di gioco: la squadra (complice il gran lavoro degli attaccanti) ha sempre mantenuto le corrette distanze, inoltre l'ex giocatore dell'Albissola ha saputo alzare all'occorrenza la linea del pressing (regalandosi anche un gol di pregevole fattura), seguito in con coraggio anche dalla linea difensiva.

Non è infatti un caso che i fuorigioco segnalati alla squadra di Rossini siano stati praticamente una decina, a conferma delle corrette distanze per tutti gli undici in campo.

Anche Bernardini e Bacigalupo, nel ruolo di mezz'ali, hanno potuto esprimere il meglio del proprio repertorio, abbinando corsa e capacità di inserimento.

Le uniche due note stonate sono arrivate in parte dall'attacco, dove, indipendentemente dagli interpreti, permane la difficoltà nel far giocare la punta centrale fronte alla porta (D'Antoni è stato generosissimo, ma non è stato messo nelle condizioni di pungere) e dalla mancata reazione nel contenere i tagli interni di Bramante (dopo il gol sono arrivati due tiri similari, il primo contenuto alla grande da Luppi, il secondo fuori di poco).

Ora che rientrerà Taddei, più lineare e compassato nella manovra, cosa succederà? L'ex Sanremese tornerà in cabina di regia oppure verrà data fiducia all'undici che ha ben figurato a Borgosesia?

Lorenzo Tortarolo

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium